Lamborghini dice addio al Salone di Ginevra 2020

Condividi

È diventato fin troppo comune per i principali marchi del settore automobilistico saltare i grandi saloni. L’ultimo ad annunciare un ritiro è Lamborghini che non parteciperà a Ginevra 2020.

Nel comunicato stampa che parla delle vendite realizzate lo scorso anno, la casa automobilistica italiana ha dichiarato che non saranno presenti all’evento in programma dal 2 e al 15 marzo nella città svizzera.

“Lamborghini proseguirà nel 2020 la sua strategia di presentazione di nuovi modelli e iniziative in contesti ed eventi esclusivi e personalizzati per clienti e media”, hanno spiegato. “In questo contesto, Lamborghini non sarà presente al prossimo Salone di Ginevra 2020.”

Lamborghini ha confermato le versioni ibride di tutte le supercar di prossima generazione. Non sono entrati nei dettagli, ma questa è una chiara conferma delle varianti elettrificate dei successori di Huracan e Aventador. Inoltre, si ritiene che la Urus avrà un propulsore ibrido, probabilmente simile a quello utilizzato nella Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid, dove sviluppa una coppia combinata di 670 CV con 900 Nm di coppia.

Nel frattempo, Lamborghini ha presentato la supercar ib Sian. La supercar ibrida è stata introdotta lo scorso anno, si basa sulla stessa piattaforma dell’Aventador e prevede il V12 aspirato da 6,5 litri e abbinato ad un sistema Mild Hybrid. La potenza combinata disponibile è di 808 cavalli, che consente di accelerare da 0 a 100 km / h in 2,8 secondi con una top speed di 350 km / h.

Condividi