Nuova Audi R8 Abt XGT: supercar da Pista

L’Audi R8 non c’è più. La supercar a motore centrale ha chiuso i battenti all’inizio di quest’anno con la GT in edizione limitata, come canto del cigno ad alte prestazioni. Ma la storia della R8 non è ancora finita, Abt Sportsline ha ridato vita alla R8 lanciando la Abt XGT ispirata alla GT2.
Abbiamo visto la XGT in prova a ottobre al Nurburgring e ora è completamente svelata come l’iterazione forse più estrema dell’Audi R8 di sempre.

Le targhe dimostrano che si tratta di un’auto omologata per la circolazione stradale, nonostante la carrozzeria esterna sia quasi identica a quella dell’Audi R8 LMS GT2 che ha vinto la 24 ore del Nurburgring, l’ADAC GT Masters e la 24 ore di Spa.

Il numero di esemplari sarà limitato: ne verranno prodotti solo 99 e ognuno costerà 598.000 euro. L’esterno della XGT è quasi identico a quello dell’auto da corsa. È più larga e più lunga, con passaruota più grandi che ospitano ruote forgiate con chiusura centrale su misura e pneumatici Pirelli P Zero Trofeo R e paraurti rivisti a ciascuna estremità. La vettura presenta una notevole quantità di aerodinamica rispetto alla R8 stradale, con canard anteriori, uno splitter, estensioni delle minigonne laterali, un grande diffusore e, naturalmente, il massiccio alettone posteriore a collo di cigno in stile GT2.

DATI TECNICI E MOTORI

L’interno dell’Audi R8 Abt XGT è altrettanto curato. È essenzialmente quello che si trova all’interno della R8 LMS GT2, con alcuni comfort e funzioni per renderla conforme alla normativa stradale. Alcuni elementi come il sistema di rifornimento sono stati mantenuti dalla vettura stradale per facilitarne l’uso e il quadro strumenti è stato modificato per l’uso su strada, con l’aggiunta del freno a mano, della chiusura centralizzata e persino di una telecamera per la retromarcia. Gli specchietti retrovisori sono ora azionati elettricamente e sono presenti il climatizzatore e gli indicatori di direzione. La R8 standard a trazione posteriore pesava 1570 kg, mentre la XGT ne pesa 1400.

Alla riduzione di peso si aggiunge un aumento di potenza. La XGT utilizza il noto V10 da 5,2 litri aspirato naturalmente, ma con una potenza di 477 kW rispetto ai 456 kW della R8 GT. La potenza viene inviata alle ruote posteriori attraverso un cambio automatico a sette velocità e le sospensioni a doppia regolazione con molle modificate sono state sviluppate con i piloti del DTM Kelvin van der Linde e Ricardo Feller.