Home lifestyle Questa città blocca i monopattini elettrici

Questa città blocca i monopattini elettrici

0
62

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una vera e propria invasione di nuove forme di mobilità nelle nostre città. L’arrivo delle biciclette elettriche è stato accompagnato dagli scooter, che privatamente o attraverso sistemi di condivisione, hanno trasformato il modo di muoversi. Ma questi cambiamenti portano con sé anche altre sfide, che la città americana di Cincinnati ha affrontato in modo radicale.

L’amministrazione comunale ha stabilito che i sistemi di sharing, ovvero le flotte di noleggio pubblico, non potranno operare tra le sei del pomeriggio e le sei del mattino. Il motivo? Secondo il consiglio comunale, si cerca di ridurre il tasso di incidenti e anche l’uso di questi scooter elettrici in attività criminali, come il traffico di droga.

Le statistiche non danno molte motivazioni per questa strana decisione che per il momento riguarderà solo i monopattini elettrici a noleggio.

Ed è che secondo i dati raccolti nell’ultimo anno in città, il tasso di incidenti di diversa natura ha raggiunto a malapena lo 0,02% dei viaggi registrati dalle autorità.

Ma a quanto pare, la decisione è stata presa anche in seguito alle lamentele dei residenti, stanchi di subire l’uso improprio di questi veicoli da parte di una minoranza, che invadono marciapiedi o aree pedonali. Per questo sono state prese decisioni come quella di vietare l’uso di alcune aree, come i marciapiedi o i parchi ricreativi, così come all’interno dei parcheggi, oltre a limitare la velocità massima tra i 16 e i 34 km/h a seconda della zona.