HomeanteprimeNuova Skoda Fabia Combi 2022: addio alla station wagon

Nuova Skoda Fabia Combi 2022: addio alla station wagon

La Skoda Fabia Combi viene cancellata a causa dei severi regolamenti sulle emissioni stabilite dell’Unione europea.

Il CEO di Skoda Thomas Schäfer ha annunciato lo scorso dicembre, la casa automobilistica ceca avrebbe cancellato la nuova Fabia Combi. Questa decisione è stata presumibilmente presa per aiutare Skoda a rispettare le severe norme sulle emissioni in Europa, e sostenere l’attenzione in vista del lancio di una gamma di veicoli elettrici.

Citando l’agenzia di stampa locale ČTK, auto.cz riporta che la direzione di Skoda ha inviato una lettera ai suoi dipendenti annunciando la cancellazione della Fabia Combi e spiegando le ragioni dietro di essa.

“La norma estremamente severa sulle emissioni Euro 7 ha accelerato drasticamente il processo di trasformazione verso la mobilità elettrica“, si legge nella lettera. “Così, non solo abbiamo bisogno di più auto elettriche, ma dobbiamo anche dire addio ad alcuni prodotti con un motore a combustione interna più velocemente del previsto. Pertanto, abbiamo deciso di investire coerentemente nel futuro e dire addio ai modelli con motore a combustione interna come la Å koda Fabia Combi.”

SCELTA GREEN

Le case automobilistiche stanno abbandonando le station wagon del segmento B, gli acquirenti di solito preferiscono mettere preferiscono hatchback e SUV. Tuttavia, la Skoda Fabia Combi ha rappresentato il 34% delle vendite complessive del modello. Prima della cancellazione, è stato ufficialmente confermato che il modello sarebbe entrato in produzione nello stabilimento di Kvasiny a partire dal 2023.

La Skoda Fabia Combi condividerebbe la maggior parte dei suoi pannelli della carrozzeria, degli interni e del pianale con la Fabia di quarta generazione 2021 che è stata presentata all’inizio di quest’anno. Questo significa che verrebbe offerta con i motori a benzina 1.0 MPI, 1.0 TSI e 1.5 TSI senza alcuna opzione ibrida. Tuttavia, la necessità di aggiustamenti alla piattaforma MQB A0 per ospitare una parte posteriore in stile wagon aumenterebbe i costi di sviluppo poiché nessun altro modello del gruppo VW userebbe questo tipo di architettura.

Sempre in casa Skoda le opzioni sono la Scala, basata sul pianale MQB A0, o il piccolo SUV Kamiq.

ULTIMI POST