McLaren Elva 2020, senza tetto omaggia Bruce McLaren

Condividi

McLaren ha pubblicato sui social media la sua McLaren contraddistintiva dalla livrea della McLaren Special Operations (MSO).

La Elva in questione rende omaggio all’auto da corsa M6A Can-Am del 1967 guidata da Bruce McLaren. Si tratta di una delle auto da corsa più iconiche della storia del marchio britannico e la livrea, guarda caso, sta molto bene sulla Elva.

In particolare questa McLaren Elva indossa una speciale tonalità di arancione che, pur non essendo così brillante come la vernice della M6A Can-Am, è ancora davvero fantastica. Nella livrea speciale sono incluse anche alcune grafiche in argento, il numero “4”, e una gigantografia della firma di Bruce McLaren.

A completare le modifiche personalizzate apportate all’auto sono la presenza di splendidi sedili bianchi. L’uscita di queste foto avviene poco dopo che la MSO ha creato anche una Elva con una livrea in bianco e nero ispirata alla McLaren M1A del 1964.

Resta da vedere se la casa automobilistica britannica intenda effettivamente costruire un certo numero Elva con queste livree esclusive.

IL MOTORE DELLA MCLAREN ELVA

Il motore della McLaren Elva è una versione da 804 CV del V8 biturbo da 4,0 litri V8 twin-turbo usato dalla 720S e dalla Senna. Sulla Elva questa powertrain produce più potenza e ha molto meno peso da spostare. La McLaren Elva scatta da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi e arriva a 200 km/h in 6,7 secondi.

Condividi