L’Aquila e Teramo rischio isolamento se chiude il traforo del Gran Sasso

Strada dei Parchi, gestore delle autostrade A24 e A25, ha fatto sapere di preparasi a chiudere il traforo autostradale del Gran Sasso a tempo indeterminato. Il tutto a partire dal prossimo 19 maggio salvo intese. La vicenda è legata alle polemiche per l’inquinamento dell’acqua della falda appenninica, ma che ora rischia di provocare conseguenze ulteriori. A detta del presidente della CNA Abruzzo: “Siamo in presenza di un indecente balletto di responsabilità tra governo, Regione e gestore dell’arteria, i cui danni finiranno inevitabilmente per essere pagati dall’intera collettività abruzzese”. Si annunciano ripercussioni per i pendolari e gli autotrasportatori che per attraversare l’Abruzzo da est a ovest. Se non si potrà usare il traforo del Gran Sasso dovranno tutti allungare sensibilmente i propri percorsi. La Cna prosegue: “Si annunciano danni di immagine su scala mondiale, visto che l’interdizione varrà anche per gli scienziati del Laboratorio del Gran Sasso, impossibilitati a loro volta a raggiungere l’istituto”. Di fronte a questo scenario, il presidente della CNA chiede: “Senso di responsabilità da parte di tutti gli attori in campo, a partire dalle istituzioni, perché se le esigenze di messa in sicurezza delle condutture dell’acqua, e dunque della salute dei cittadini, restano prioritarie, pure non possono essere tollerate scelte unilaterali”.

Inline
Per favore inserisci lo shortcode del plugin "easy facebook like box" da impostazioni > Easy Fcebook Likebox
Inline
Per favore inserisci lo shortcode del plugin "easy facebook like box" da impostazioni > Easy Fcebook Likebox