Home anteprime Nuova Ferrari SP51 2023: la Supercar Unica

Nuova Ferrari SP51 2023: la Supercar Unica

0
151

L’ultima creazione one-off di Maranello è la Ferrari SP51, una speciale versione roadster della 812 GTS a motore anteriore.
Creata per un cliente di Taiwan dal reparto Progetti Speciali Ferrari e dal capo del design Flavio Manzoni, la Ferrari SP51 mantiene le proporzioni di base della 812, ma presenta cerchi e fari personalizzati e una carrozzeria dalla linea più morbida e fluida che le conferisce un sottile look retrò.
Anche la livrea blu e bianca che corre dal muso alla coda è un omaggio al passato della Ferrari, in particolare alla Ferrari 410 S del 1955. Ma la vernice a tre strati Rosso Passionale, sviluppata appositamente per questo progetto, rende la Ferrari SP51 assolutamente unica.
Sebbene la Ferrari 812 GTS di partenza abbia una struttura in alluminio, la Ferrari ha fatto largo uso di fibra di carbonio, in parte a vista, per modificare l’aspetto di ogni pannello, compreso il cofano, che scorre intorno alle due prese d’aria in composito sotto il parabrezza e contrasta con esse.

UNA FERRARI UNICA

L’elemento probabilmente più accattivante del design della Ferrari SP51 è l’ala trasversale in carbonio che collega i due contrafforti situati dietro i sedili del guidatore e del passeggero. La Ferrari afferma che si tratta di un riferimento stilistico ai prototipi sportivi degli anni Sessanta, in cui la barra centrale aggiungeva resistenza e nascondeva un elemento di sicurezza.
Ferrari sostiene inoltre che l’apice del processo di progettazione, che ha coinvolto il proprietario in ogni fase, si trova negli interni grazie all’inclusione di due idee particolari. Una è stata quella di incorporare nell’abitacolo la livrea esterna blu e bianca, applicata al cruscotto, al parafiamma posteriore e al tunnel centrale. L’altra è stata quella di utilizzare lo stesso colore Rosso Passionale per il tessuto dei sedili in Alcantara, con il risultato involontario di far sembrare questa Ferrari one-off da milioni di dollari una C3 Corvette modificata da George Barris nel 1973. Tuttavia, rappresenta un cambiamento rispetto al vecchio e noioso nero, e ci piacciono le cuciture blu e bianche, un altro collegamento alle strisce esterne.
Come sempre accade per queste vetture one-off, la Ferrari non fa alcun riferimento all’equipaggiamento di marcia, perché di solito questi componenti non vengono toccati dal team dei Progetti Speciali. Ciò significa che la SP51 monta probabilmente il V12 da 6,5 litri di serie della 812 Superfast/GTS, che eroga 800 CV a 8.500 giri/min e genera 718 Nm di coppia a 7.000 giri/min.