HomeblogMercedes-Benz abbandona gli investimenti nella Guida Autonoma

Mercedes-Benz abbandona gli investimenti nella Guida Autonoma

Mercedes-Benz sta pianificando di abbandonare la guida completamente autonoma. Redaktions Netzwerk Deutchsland (RND) ha riferito che la decisione riguarda la guida autonoma di livello 5 che non richiede l’intervento del condicente, mentre i livelli inferiori di automazione parziale, come quello 3 della Mercedes-Benz W223 Classe S, continueranno ad essere sviluppati.

“Non gareggiamo in una gara che non possiamo più vincere”, ha dichiarato un portavoce della Mercedes-Benz al telegiornale tedesco. Questo forse in riferimento all’approccio adottato dal concept del veicolo F015 Luxury In Motion, destinato a un uso completamente autonomo, che era stato presentato nel 2015 in una ex stazione aerea fuori San Francisco, California.

Più recentemente, Mercedes-Benz ha collaborato la rivale BMW per lo sviluppo di veicoli autonomi con l’attenzione iniziale ai sistemi e alle caratteristiche per operazioni autonome fino al Livello 4. Nel luglio di quest’anno, Waymo e FCA hanno annunciato la loro collaborazione per lo sviluppo della guida autonoma di Livello 4, e Waymo ha rilasciato il mese scorso i primi robo-taxi senza pilota nell’area di Pheonix, Arizona.

Nonostante l’introduzione della guida autonoma di livello 4 per il parcheggio automatizzato all’aeroporto di Stoccarda con la Classe S e il Intelligent Park Pilot, Mercedes-Benz si starebbe allontanando dallo sviluppo di servizi di mobilità completamente automatizzati.

“La conversione [dell’azienda] in un fornitore di servizi di mobilità appartiene al passato”, ha dichiarato Ola Kallenius, presidente di Daimler e Mercedes-Benz. Non ci sono abbastanza utili dai programmi di car sharing, ha detto Kallenius, e gli investitori dell’azienda si aspettano non solo vendite, ma anche profitti, ha aggiunto.

Anche la suddetta collaborazione con la BMW per la tecnologia della mobilità è stata di breve durata, ed è stata interrotta di comune accordo. I costi di sviluppo molto elevati dovevano essere ripartiti tra le due case automobilistiche tedesche. Secondo Kallenius, il software era un grande punto di contesa.

spot_img

ULTIMI POST