HomelifestyleBentley termina la produzione del V8 dopo 60 anni

Bentley termina la produzione del V8 dopo 60 anni

Bentley ha ritirato il suo iconico motore V8 da 6,75 litri dopo oltre 60 anni di produzione. Durante tutti questi anni il motore ha mantenuto la stessa configurazione e la stessa spaziatura degli alesaggi della prima versione lanciata nel 1959.

L’unità di potenza finale è stata realizzata a mano a Crewe all’inizio di questa settimana e alimenterà l’ultima delle 30 unità in produzione limitata della Mulsanne. Questa 6,75 Edition eroga 523 CV (394 kW) e ben 1.100 Nm di coppia.

“Il nostro venerabile V8 da 6,75 litri ha alimentato l’ammiraglia Bentley per più di sei decenni, e così si è guadagnato il suo pensionamento”, ha commentato il membro del Consiglio di Amministrazione Bentley, Peter Bosch. “Il fatto che questo motore abbia resistito così a lungo alla prova del tempo è la testimonianza del lavoro degli ingegneri che hanno continuato a rendere il motore sempre più potente, raffinato e affidabile.

Ciascuno dei 36.000 motori della Serie L costruiti da Bentley negli ultimi 60 anni è stato assemblato a mano nelle officine della sede centrale. L’ultima iterazione del motore richiede 15 ore per essere assemblato e, dopo che il montaggio e il collaudo viene firmato da uno degli specialisti dell’azienda con una targa dedicata.

Lo sviluppo del V8 originale Bentley è iniziato nei primi anni ’50, quando al Senior Engine Designer Jack Phillips fu chiesto di trovare un sostituto per il vecchio sei cilindri. La nuova unità doveva avere all’incirca le stesse dimensioni, ma fornire almeno il 50% di potenza in più senza aumentare di peso. Il risultato fu l’unità da 6,2 litri che debuttò nella Bentley S2 del 1959, un’auto che vantava aria condizionata, servosterzo e alzacristalli elettrici.

Il motore fu poi riprogettato per adattarsi alla Serie T del 1965, e nel 1971 la sua capacità fu aumentata a 6,75 litri. Negli anni il motore ha subito importanti cambiamenti che hanno migliorato le emissioni e la sicurezza dei passeggeri in caso di incidente quando la prima Mulsanne è stata introdotta nel 1980. L’ultima revisione sostanziale ha coinciso con l’arrivo della nuova Mulsanne presentata nel 2010.

Insieme al ritiro dell’iconico V8, Bentley ha anche mandato in pensione la Mulsanne. La Flying Spur che è diventata la nuova ammiraglia Bentley.

spot_img

ULTIMI POST