Home blog Fiat punta sulle auto elettriche low cost

Fiat punta sulle auto elettriche low cost

0
115

Fiat è impegnata in una futura gamma incentrata sulle auto di piccole dimensioni. Il ritiro di altri produttori dal mercato per il capo dell’azienda Olivier François rappresenta una “opportunità”.

Fiat sta iniziando una revisione della sua gamma europea per diventare un marchio completamente elettrico. Ha in programma il lancio di cinque nuovi modelli nei prossimi cinque anni, che si aggiungeranno all’attuale Fiat 500e.

Questi modelli inizieranno ad arrivare l’anno prossimo con una piccola utilitaria che utilizzerà la piattaforma Stellantis CMP, alla base anche della Peugeot e-208 e della Vauxhall Corsa-e. Inoltre, l’azienda sta lavorando a una gamma di modelli su nuove piattaforme ispirate al concept elettrico Centoventi del 2019, che potrebbe rilanciare il nome Panda.

Fiat si sta concentrando sulle auto di piccole dimensioni, nonostante altre aziende abbiano abbandonato il mercato a causa dei costi proibitivi delle nuove normative. La Ford ha recentemente eliminato la Fiesta e la Volkswagen potrebbe eliminare la Polo a causa delle imminenti norme sulle emissioni Euro 7. Allo stesso tempo, i produttori hanno faticato a realizzare auto entry-level a prezzi accessibili.

“Siamo molto concentrati sulla produzione di auto di classe A, B e C, ma con il motore, la carrozzeria e la tecnologia giusti”, ha dichiarato François. “Le cose che il cliente desidera davvero in quel momento. Quindi auto piccole, ma con un pacchetto intelligente”.

“Il fatto che non ci sia una Fiesta o una Polo di mezzo è fantastico, perché è il nostro posto. È dove la gente si aspetta che siamo. Non facciamo una nuova Punto dal 2013 o qualcosa del genere, ma se si chiede ai clienti europei di nominare i loro migliori marchi del segmento B, Fiat è tra i primi tre.”

FIAT A BATTERIA

“Dobbiamo tornare a possedere il segmento B e continuare a possedere il segmento A. Sappiamo perché gli altri se ne vanno. Sappiamo perché gli altri se ne vanno e lo capisco: è più impegnativo” ha aggiunto il Ceo di Fiat.

François ha ammesso che rendere accessibili le piccole auto elettriche rimane una grande sfida: “L’unico modo facile e super redditizio per passare all’elettrico è quello di renderlo super-premium, perché si incorpora il costo terribilmente alto delle batterie in qualcosa che è comunque costoso”.

Ha aggiunto che l’attenzione di Fiat per le auto piccole è dovuta “al 100%” alle risorse a cui può attingere come parte di Stellantis. Ha detto: “Senza Stellantis non saremmo in buone condizioni. Il modello aziendale di Fiat o di Citroën si basa su economie di scala. Quando si attivano le sinergie, è come essere bambini a Natale, perché tutto diventa meno spaventoso”.