Home blog BMW inizia la produzione del nuovo motore a idrogeno

BMW inizia la produzione del nuovo motore a idrogeno

0
130

Per un po’ è sembrato che l’idrogeno sarebbe stato il carburante del futuro. Tuttavia, ora sembra improbabile, dato che le case automobilistiche hanno abbracciato i veicoli elettrici a batteria.
Nonostante il cambiamento, alcune aziende non rinunciano all’idrogeno. Hyundai e Toyota sono tra i maggiori sostenitori di questo combustibile, ma non sono i soli: anche BMW sta investendo nelle celle a combustibile.
Questo è chiaro ancora una volta, dato che la casa automobilistica ha inaugurato la produzione di sistemi a celle a combustibile a idrogeno presso il suo centro di competenza sull’idrogeno a Monaco. Il sistema sarà installato in una piccola flotta di crossover iX5 Hydrogen, che sarà utilizzata a scopo di prova e dimostrazione a partire dalla fine dell’anno.

Il motore del crossover è costituito da uno stack di celle a combustibile alimentato da due serbatoi di idrogeno. Il primo crea una reazione chimica quando l’idrogeno si combina con l’ossigeno dell’aria e genera elettricità, che carica una batteria ad alte prestazioni. La batteria alimenta poi un motore elettrico che genera 374 CV (275 kW) e consente al crossover di essere guidato senza emissioni nocive.
Sebbene questa sia una spiegazione troppo semplicistica del gruppo propulsore, BMW ha fatto notare che le singole celle a combustibile provengono da Toyota e ha dichiarato che “le due aziende hanno goduto di una partnership caratterizzata dalla fiducia per molti anni e hanno collaborato sui sistemi di propulsione a celle a combustibile dal 2013”.
In una dichiarazione, il presidente di BMW Oliver Zipse ha affermato che “l’idrogeno ha un ruolo chiave da svolgere sulla strada della neutralità climatica”. Ha aggiunto che la casa automobilistica ritiene che “i veicoli a idrogeno siano tecnologicamente in una posizione ideale per affiancare i veicoli elettrici a batteria e completare il quadro della mobilità elettrica”.