Home blog Mazda CX-60 punta sul Motore Diesel

Mazda CX-60 punta sul Motore Diesel

0
279

La maggior parte delle case automobilistiche sta facendo marcia indietro rispetto al diesel, ma Mazda ha appena annunciato i dettagli della versione europea di un nuovo sei cilindri in linea da 3,3 litri senza scintille destinato al SUV premium CX-60.

Chiamato e-Skyactiv D, si unirà a un propulsore ibrido plug-in a benzina da 3,0 litri e, infine, a un normale motore a benzina, nella gamma europea della CX-60, nell’ambito di quello che Mazda definisce un “approccio multi-soluzione” per soddisfare le diverse esigenze dei clienti.

Il nuovo motore è disponibile in due versioni: una versione da 200 CV per le versioni a trazione posteriore del SUV, e un upgrade da 254 CV che viene fornito solo quando gli acquirenti scelgono un CX-60 dotato del sistema di trazione integrale i-Activ di Mazda.

IL RITORNO DEL DIESEL

Entrambe le versioni sono dotate di assistenza mild hybrid a 48 V e di una tecnologia di combustione chiamata Distribution-Controlled Partially Premixed Compression Ignition che consente di raggiungere un’efficienza termica superiore al 40%. Il motore da 251 CV aiuta la CX-60 a trazione integrale a raggiungere i 100 km/h in 7,4 secondi e a emettere 137 g/km di CO2. Mazda non dice quanto sia più lento il motore di base, ma afferma che il risultato è una migliore efficienza e una riduzione delle emissioni di CO2 a 127 g/km.

Oltre al fatto che la disposizione a sei cilindri lo rende più raffinato di un quattro cilindri in linea, Mazda sostiene che il nuovo 3.3 produce un “tono di motore fluido e silenzioso, offrendo allo stesso tempo un suono pulito e coinvolgente” e afferma che la struttura leggera lo fa pesare all’incirca come il motore diesel da 2,2 litri che si trova nella CX-5.

Vale la pena sottolineare che questa mini-rinascita del diesel è rivolta all’Europa. Il CX-60, il suo fratello maggiore CX-80, ancora segreto, e il motore diesel e-Skyactiv non arriveranno negli Stati Uniti, che riceveranno un SUV CX-70 più grande e un CX-90 ancora più grande, progettato specificamente per il mercato nordamericano.