HomeproveFord Puma ST 1.5 Ecoboost 200 CV | Prova su strada

Ford Puma ST 1.5 Ecoboost 200 CV | Prova su strada

Lo scorso anno ho guidato sia Ford Puma che Fiesta ST e ricordo di essermi fermato ad immaginare un modello sintesi di entrambi. Eccomi allora di fronte a quell’idea per la prova su strada di Ford Puma ST. L’esemplare in prova sfoggia un verdone che lo rende assolutamente irresistibile e crea un bel contrasto con il tetto apribile nero.

Partendo dalle dimensioni la Ford Puma ST è larga 1.81 m, lunga 4.23 m e alta 1.53 m. Nel frontale si notano subito i fari full LED che richiamano direttamente la mitica Ford GT e abbracciano la griglia nera con in vista il logo ST. Il paraurti dedicato include un generoso splitter frontale con tanto di scritta Ford Performance. Spostandoci verso la fiancata notiamo i generosi cerchi in lega da 19″ e la minigonna che si raccorda con l’ampio estrattore posteriore che include un doppio terminale di scarico attivo. A completare il quadro l’alettone che, pur non essendo esagerato, contribuisce a schiacciare visivamente l’auto a terra.

FORD PUMA ST SU STRADA

La Ford Puma ST diverte e lo fa grazie al 1.5 Ecoboost a 3 cilindri capace di una potenza di 200 CV e 320 Nm di coppia. Parliamo di ben 30 Nm di coppia in più rispetto alla Ford Fiesta dalla quale è derivata. La Puma è agile complice il valido cambio manuale a 6 rapporti e il rapporto peso potenza favorevole. Parliamo infatti di 6,41 kg/CV con la Puma ST che, a conti fattiz pesa “soli” 100 kg in più della Fiesta ST. Certo il baricentro alto si sente e il rollio fa la sua comparsa nei tornanti più stretti costringendo le due barre antirollio ad un lavoro extra.

A quanti storcono il naso nel sentir nominare il 3 cilindri dico, salite e guidatela. Lo scatto 0-100 coperto in 6,7 secondi, e la velocità massima di 220 km/h, sono solo la punta dell’iceberg. Ford Puma ST sorprende e lo fa portando la sportività su un segmento dal quale non ce la saremmo certo aspettata. In modalità sport e circuito il crossover morde l’asfalto e l’impianto di scarico regala anche dei gradevoli scoppiettii in fase di rilascio.

Un consiglio? vale la pena spendere i 1000 euro del Performance Pack per avere a bordo il differenziale a slittamento limitato, il launch control e l’indicatore di cambiata. Così facendo si tira fuori il massimo anche dalla modalità circuito che, disattivando i controlli, cambia il volto della Puma ST.

Capitolo consumi. Non certo il motivo per il quale si sceglie Puma ST ma, a saperla trattare si strappa anche un interessante 13 km/l cioè circa 9 l/100km. Certo, basta affondare il piede sul pedale dell’acceleratore per fare molto di peggio ma dobbiamo anche ricordarci che questa è la prima ST ad avere una modalità “eco”.

L’unica pecca è che mi sarei aspettato maggiori opzioni in termini di personalizzazione sul fronte scarico e freni. Questi ultimi si affidano ad un sistema da 325 mm all’anteriore e 271 al posteriore ma avrei preferito poter scegliere, perché no, un impianto con dischi ventilati e magari forati.

GLI INTERNI

A bordo Ford Puma ST propone i sedili sportivi Recaro abbinati ad una serie di chicche specifiche come il volante sportivo con cuciture rosse o la plancia con finitura in simil carbonio. Al centro il sistema di infotainment con schermo da 8 pollici e tecnologia SYNC 3. Disponibile quindi il mirroring Apple Car Play e Android Auto per i quali serve però il cavo usb. Molto comodo il tachimetro digitale con schermo da 12,3 pollici attraverso il quale visualizziamo tutte le informazioni utili quali i media o la navigazione.

Molto ricca la dotazione sul fronte Adas grazie al pacchetto copilot che porta a bordo la guida autonoma di secondo livello. Cruise control adattivo, Lane Assist, blind spot Assist e frenata automatica d’emergenza ci semplificano davvero la vita. Peccato per la presenza della sola telecamera di retromarcia comunque molto utile vista la limitata visibilità posteriore.

A bordo di Ford Puma ST si viaggia comodi anche dietro ma va detto che il look coupé con il tetto che scende corrisponde a dei montanti C complica la vita a quanti superano il metro e ottanta.

Il bagagliaio della Puma conta su 401 litri che diventano 1161 abbattendo i sedili posteriori. Molto pratico complice la presenza della box sotto al pavimento che ci mette a disposizione 80 litri in un contenitore gommato e lavabile.

Capitolo prezzi, il listino di Ford Puma ST parte da 34.400 euro cioè circa 3.000 € in più rispetto alla versione pepata della Fiesta.

spot_img

ULTIMI POST