HomeanteprimeNuova Opel Mokka OPC 2022, Anticipazioni e Rendering

Nuova Opel Mokka OPC 2022, Anticipazioni e Rendering

Negli anni 2000 e 2010, le auto Opel con il badge OPC avevano un motore a benzina e tanta potenza. Nel 2020 questo lettering tornerà, ma in 100% elettrico.
La leggendaria OPC (Opel Performance Center) trasformerà il nuovo Mokka come è stato appena confermato ai nostri colleghi del sito inglese AutoExpress da Stephan Norman, Managing Director di Vauxhall, la filiale Opel nel Regno Unito.

Ma non fatevi prendere dal panico, la Opel Mokka OPC non sarà una rivale della Volkswagen T-Roc R o della futura Hyundai Kona N. In primo luogo, perché sarà un modello 100% elettrico, e in secondo luogo, perché non offrirà più potenza della Opel Mokka-e. Il Mokka-e ha un motore elettrico da 100 kW sotto il cofano, che eroga l’equivalente di 136 CV e 260 Nm di coppia. Questa elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio con una capacità di 50 kWh e una autonomia di 320 km.

Rendering Kleber Silva

IL RITORNO DELLA GAMMA OPC

Tuttavia, la futura Opel Mokka-e OPC si distinguerà per un telaio speciale (sospensioni, sterzo) così come per uno specifico design esterno (kit carrozzeria) e interno (sedili sportivi e tappezzeria).

Stephan Norman ha specificato che l’obiettivo immediato è quello di contrastare le Ford ST. I modelli sportivi Ford stanno avendo successo senza necessariamente aver fatto una cura a base di CV.

Successivamente, OPC sarà introdotto sulla Opel Corsa-e, sul furgone Opel Vivaro-e e sulla prossima generazione di Opel Astra. Tuttavia, quest’ultima non sarà una versione completamente elettrica. Per la sua berlina compatta, Opel avrebbe optato per l’ibrido plug-in con una potenza combinata di 300 CV. Insomma una cavalleria più che sufficiente per eguagliare i 245 CV della Volkswagen Golf GTE. Questo fa ben sperare per la nuova Peugeot 308, che condividerà i suoi componenti tecnici con l’Astra.

spot_img

ULTIMI POST