HomeblogMercedes-Benz solo materie prime Green per le Batterie delle Auto Elettriche

Mercedes-Benz solo materie prime Green per le Batterie delle Auto Elettriche

L’offensiva elettrica Mercedes-Benz è una componente chiave del focus strategico “Ambition2039” del marchio tedesco. Materie prime estratte e lavorate in modo responsabile costituiscono la base per un parco veicoli elettrici Mercedes-Benz sostenibile. Il rispetto e la tutela dei diritti umani e dell’ambiente, dalla miniera al prodotto finito, sono decisivi in questo senso. Attualmente, l’attenzione si concentra in particolare sulle materie prime necessarie alle batterie, il cobalto e il litio.

Mercedes-Benz sta adottando un approccio globale lungo l’intera catena tecnologica delle batterie, dalla ricerca e sviluppo alla produzione in serie. “Il chiaro obiettivo di sviluppo di Mercedes-Benz è quello di aumentare in modo significativo l’autonomia delle future batterie grazie ai progressi nella densità energetica, di far progredire la maturità produttiva delle future tecnologie delle batterie, di ridurre significativamente i tempi di ricarica e di ridurre ulteriormente l’uso di materiali inquinanti. Si sta già riducendo contenuto di cobalto a meno del dieci per cento. In futuro, vogliamo utilizzare tecnologie post-litio con nuove composizioni di materiali per fare completamente a meno di materiali come il cobalto.”, afferma Markus Schäfer, membro del Consiglio di Amministrazione di Daimler AG e Mercedes-Benz AG; responsabile della ricerca del Gruppo Daimler.

LA SFIDA DELLE BATTERIE GREEN

Mercedes-Benz AG sta assumendo un approccio globale che promuove l’estrazione socialmente accettabile ed ecologica di cobalto e litio. L’azienda insiste sull’uso di solidi standard di sostenibilità, facendo dello “Standard for Responsible Mining”, riconosciuto a livello industriale, della “Initiative for Responsible Mining Assurance” (IRMA), uno dei criteri chiave per le decisioni dei fornitori e per i contratti con i fornitori all’interno delle catene di fornitura delle materie prime. Lo standard è in fase iniziale di adozione da parte del settore, un processo che Daimler cerca di accelerare. Nei contratti dell’azienda, i partner dovranno impegnarsi a lavorare all’interno della propria catena di fornitura per approvvigionarsi esclusivamente da fornitori di materie prime che siano controllati in conformità con lo standard minerario IRMA. In futuro anche le catene di fornitura saranno regolarmente monitorate.

I paesi di origine considerati ad “alto rischio” non sono deliberatamente esclusi come fonti di approvvigionamento. L’approccio adottato in questo caso mira invece a migliorare la situazione locale per le persone che vi lavorano e a rafforzare i loro diritti. Così facendo, Mercedes-Benz AG segue la raccomandazione delle organizzazioni non governative, dei governi e di altri gruppi d’interesse rilevanti di non abbandonare del tutto i Paesi ad “alto rischio”.

spot_img

ULTIMI POST