Peugeot ha annunciato l’inizio del progetto Le Mans Hypercar (LMH), che sarà sviluppato con il partner petrolifero Total.

L’ingresso è previsto nella stagione 2022 del Campionato del Mondo Endurance (WEC), e una delle clausole per questa categoria prevede che ci sarà un minimo di 25 unità stradali che saranno dotate di un propulsore derivato dalla vettura da corsa.

La prossima vettura da corsa sarà dotata di un propulsore ibrido con una potenza totale del sistema di circa 680 CV, con un motore elettrico di 200 kW (268 CV) sull’asse anteriore, ha detto il direttore tecnico del programma Peugeot Sport WEC Olivier Jansonnie.

“Fino ad oggi, abbiamo confermato parte del concetto aerodinamico, è stata decisa la struttura del motore e abbiamo scelto la funzionalità del sistema ibrido e il suo design. Ci restano ancora diversi passi da compiere prima del nostro debutto nell’endurance nel 2022″, ha detto Jansonnie.

Peugeot non ha rivelato le specifiche tecniche della sua prossima vettura LMH, ma sembra che sarà più grande (cinque metri di lunghezza e due metri di larghezza) e più pesante delle vetture attualmente iscritte nella categoria LMP1, che attualmente misurano 4,65 metri di lunghezza e 1,90 metri di larghezza.

La casa automobilistica francese ha annunciato il suo ritorno ai vertici delle gare di durata nella classe Le Mans Hypercar, anche se non ha indicato una data precisa per il suo ingresso nel WEC. L’azienda non ha ancora deciso se parteciperà alle gare nella classe LMH dall’inizio della stagione 2022,.