Bugatti Baby II, l'auto per bimbi da 58.000 euro

Al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra 2019, Bugatti ha annunciato il nostro regalo per il 110° compleanno, la rivisitazione della Bugatti Baby originale. Siamo lieti di annunciare che la fase di progettazione e test è stata completata, l’auto è entrata in produzione di serie e i clienti prenderanno presto in consegna le primissime auto. Sviluppata in collaborazione con The Little Car Company, la Baby II è stata descritta da chi ha avuto l’opportunità di guidarla come “più un’adolescente ribelle che una Baby”.

Mentre tutte e 500 le auto sono state prese in considerazione solo tre settimane dopo l’esposizione dell’anno scorso, alcuni clienti hanno avuto un cambiamento di circostanze dovuto ai recenti eventi globali, il che significa che sono stati resi disponibili pochissimi slot di costruzione e che saranno assegnati in base al principio “primo arrivato, primo servito”.

Un autentico tributo all’originale, ma con prestazioni aggiuntive

L’originale Bugatti Baby nasce nel 1926 quando Ettore e suo figlio Jean decidono di costruire un Type 35 in scala ridotta per il figlio più giovane di Ettore, Roland, in occasione del suo quarto compleanno. Ettore e Jean avevano inteso il regalo come un’auto unica, ma il feedback dei clienti in visita a Molsheim fu così positivo che la Bugatti Baby entrò in produzione e fu venduta tra il 1927 e il 1936. Curata dagli appassionati di Bugatti di tutto il mondo, oggi nessuna collezione è completa senza un Baby. Tuttavia, con solo circa 500 esemplari prodotti, sono stati appannaggio di pochi fortunati.

Mentre la Bugatti Baby originale era una versione in scala del 50% dell’auto che ha portato alla fama Automobiles Ettore Bugatti negli anni Venti, la Bugatti Baby II offre di più in termini di dimensioni e molto di più in termini di prestazioni. I bambini di otto anni farebbero fatica ad adattarsi alla Baby originale in mezza scala, mentre al 75% in scala e progettata per i quattordici anni e oltre, la Baby II è diventata sicuramente più giovane.

“Lo stesso Ettore Bugatti era già interessato a soddisfare i bambini degli appassionati di Bugatti e ha progettato l’auto in miniatura Tipo 52 come una vera Bugatti. All’epoca era una sensazione”, dice Stephan Winkelmann, presidente della Bugatti. “Continuiamo questa tradizione con la nuova edizione della Bugatti Baby II e sono felice di aver trovato The Little Car Company, un partner che condivide i nostri stessi valori”. Con la Bugatti Baby II, invitiamo una giovane generazione di appassionati ad innamorarsi del meraviglioso mondo Bugatti”.

Motori e prezzi

Il Bugatti Baby II è disponibile in tre versioni:

  • Modello base con corpo in composito e batteria da 1,4kWh
  • Modello Vitesse con corpo in fibra di carbonio, batteria da 2,8kWh e un gruppo propulsore non graduato che include una Speed Key come il suo fratello maggiore, il Chiron1.
  • Modello Pur Sang, destinato ai collezionisti. Il Pur Sang offre lo stesso propulsore del Vitesse ma con una bella carrozzeria in alluminio modellata a mano. Utilizzando le stesse tecniche tradizionali di carrozzeria della Bugatti Type 35 originale, ogni carrozzeria in alluminio richiede più di duecento ore di lavoro artigianale.

Anche le prestazioni del Baby II sono cresciute. Sempre a trazione posteriore, tutte le versioni della Baby II hanno un differenziale a slittamento limitato, freni idraulici ad alte prestazioni e modalità di guida selezionabili. Il modello Base è dotato di due modalità: Novice che è limitata a 20 km/h (12 miglia orarie) e 1 kW (1,3 CV) di potenza, e Expert che è limitata a 45 km/h (30 miglia orarie) e 4 kW (5,4 CV) di potenza.
Con il modello Base a partire da 30.000 euro, il Vitesse a 43.500 euro e il collezionabile Pur Sang in cima alla gamma a 58.500 euro, ci sarà sicuramente una Bugatti Baby II sia per gli appassionati che per i collezionisti.