HomeanteprimeNuova BMW iX5 a Idrogeno: arriva nel 2025

Nuova BMW iX5 a Idrogeno: arriva nel 2025 [VIDEO]

BMW è vicina alla fine dei test estremi della sua iX5 alimentata a idrogeno.

L’azienda prevede di produrre una piccola serie del SUV a celle a combustibile nel 2022 per uso interno. Gli ordini non saranno aperti fino al 2025.
Nel loro passaggio all’energia elettrica, tutte le case automobilistiche si affidano principalmente alla tecnologia delle batterie. Al Salone di Francoforte 2019, il marchio bavarese aveva svelato al pubblico una X5 alimentata a celle a combustibile chiamata “BMW i Hydrogen NEXT“. Due anni dopo, al Salone di Monaco 2021, il concetto è passato alla fase di prototipo di sviluppo, assumendo allo stesso tempo il nome di iX5 Hydrogen.

BMW sta ora completando i test invernali, che sta effettuando su strada e nel suo centro prove di Arjeplog, in Svezia.

Secondo BMW, la iX5 Hydrogen ha resistito al freddo polare svedese a pieni voti.
I test vicino al Circolo Polare Artico sono essenziali quando si sviluppa un veicolo, poiché le condizioni sono estreme e mettono alla prova tutti i sistemi. Questo è particolarmente importante per un modello alimentato elettricamente, poiché la gestione termica della batteria è essenziale per un funzionamento ottimale. Nel caso di un veicolo che utilizza una cella a combustibile, quest’ultima non è molto adatta alle partenze a freddo. Dobbiamo anche convalidare la corretta fornitura di idrogeno attraverso i serbatoi di plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) da 700 bar in grado di contenere 6 kg di idrogeno. “I test invernali in condizioni estreme mostrano chiaramente che la BMW iX5 Hydrogen è capace di prestazioni massime anche a temperature di -20°C ed è quindi un’alternativa credibile ad un veicolo 100% elettrico”, dice Frank Weber, membro del Consiglio di amministrazione di BMW AG.

MOTORI E PRESTAZIONI

BMW iX5 a idrogeno può contare su una cella a combustibile e una batteria aggiuntiva per un totale di 374 CV.

La iX5 Hydrogen è dotata degli stessi motori che si trovano nelle auto 100% elettriche della BMW. La cella a combustibile genera 125 kW (170 CV). Una batteria supplementare, che è alloggiata sopra il motore elettrico e ricaricata tramite il recupero di energia o direttamente tramite la cella a combustibile, consente al SUV bavarese di sviluppare fino a 374 CV. Nell’ambito dei test invernali, i produttori testano anche i componenti meccanici dei veicoli: lo sterzo, le molle e gli ammortizzatori, così come il controllo del telaio e l’interazione tra i freni a frizione e la decelerazione rigenerativa. Anche in questo caso, la BMW iX5 Hydrogen ha dimostrato il suo valore, poiché è più leggera di un modello paragonabile a batteria-elettrica.

Una piccola produzione della BMW iX5 a idrogeno è prevista entro la fine dell’anno. I prototipi saranno utilizzati per test su scala reale in condizioni reali. Il grande pubblico dovrà aspettare fino al 2025 per vedere il veicolo nelle concessionarie.

ULTIMI POST