HomeblogStellantis crede in Lancia, chi è il nuovo capo del Design

Stellantis crede in Lancia, chi è il nuovo capo del Design

La Lancia è attualmente solo l’ombra del suo passato, ma Stellantis sostiene di avere piani per il suo futuro. Ecco allora la nomina del designer francese Jean-Pierre Ploué chiamato a supervisionare i giovani talenti del Lancia Design al Centro Stile di Torino.

Se vi state chiedendo come mai Stellantis abbia scelto un francese per guidare la rinascita di un famoso marchio italiano, dovete guardare il suo illustre curriculum.

La carriera di Jean-Pierre Ploué è iniziata in Renault (1985-1995) dove ha disegnato la Twingo (1992). Successivamente ha lavorato al Centro Design Volkswagen (1995-1998) e in Ford (1998-1999) prima di passare al Gruppo PSA.

Nel 1999, è diventato il capo del Centro Design Citroën, supervisionando la creazione di diversi modelli di produzione e concept car futuristiche come la C-SportLounge (2005), la C-Métisse (2006) e la GT (2008). Grazie al suo lavoro nel trasformare l’immagine del marchio francese, un decennio dopo è stato promosso a Direttore del Design per tutto il Gruppo PSA, e recentemente è diventato Chief Design Officer di Stellantis.

LA SFIDA DI LUCA NAPOLITANO

Oggi, Ploué ha la difficile ma interessante sfida di riportare in vita Lancia. La Ypsilon – presentata per la prima volta nel 2011 e ancora in vendita sul solo mercato italiano dopo numerosi ma discreti aggiornamenti – è l’unico modello della gamma Lancia, quindi l’esperto designer ha molto lavoro da fare per stabilire un nuovo linguaggio di design.

“La rinascita di Lancia è una sfida davvero eccitante”, ha detto Ploué. “Lancia è un marchio iconico, che sarà riportato in Europa, facendo leva sul suo enorme potenziale.”

Luca Napolitano, CEO di Lancia lavorerà con Jean-Pierre Ploué. Lancia beneficerà delle economie di scala del gruppo Stellantis, sviluppando congiuntamente nuovi modelli con Alfa Romeo e DS Automobiles al fine di renderla di nuovo redditizia. La nostra ipotesi è che il primo nuovo modello sarà un B-SUV premium elettrificato basato sulla piattaforma CMP (Peugeot 2008, DS 3 Crossback, Opel Mokka, ecc.)

Sappiamo che i fan di Lancia in tutto il mondo si chiederanno se il marchio costruirà versioni moderne di alcuni dei suoi modelli iconici. Tuttavia, non spereremmo in una vettura sportiva come la Kimera Automobili EVO037, che è una versione rivisitata della Lancia 037 Stradale a motore centrale, o una nuova Stratos o Delta Integrale. Non c’è dubbio che questi progetti sarebbero incredibili, ma Lancia deve concentrarsi su segmenti più redditizi – almeno per ora.

Il 17 giugno alle 11:00 CET, Lancia presenterà in anteprima il primo capitolo di un docufilm intitolato “Eleganza in movimento dal 1906”, dove l’amministratore delegato Luca Napolitano parlerà del patrimonio di design del marchio.

ULTIMI POST