PROVA SU STRADA Mercedes-Benz A 250e 2021, la compatta Ibrida Plug-In

Una Mercedes-Benz Classe A come se ne vedono da tempo? Eh no, questa è la prova della nuovissima A250e con l’innovativo motore ibrido Plug-in da 218CV.

Il design della Classe A piace, c’è poco da dire e in questo allestimento Premium è resa ancor più “cattiva” da una serie di dettagli specifici firmati Amg. Nel frontale spicca la griglia anteriore costellata da piccoli punti luminosi che “amplificano” visivamente il logo del marchio. I proiettori anteriori sono Full LED ma opzionali troviamo a listino i i multibeam matrix che permettono una visibilità ancor più migliorata grazie alla funzione adattiva.

La fiancata della Classe A presenta linee più morbide e meno marcate rispetto a quelle che hanno contraddistinto la generazione precedente. A convicermi è anche la linea del tetto che, non tendendo a scendere troppo nella parte posteriore dell’auto, assicura una buona abitabilità anche ai passeggeri dei sedili posteriori. Nel retro spiccano i nuovi fanali Full LED con una firma luminosa che rende l’auto immediatamente riconoscibile. La targa trova posto sul baule e il paraurti presenta due prese d’aria caratteristiche del pacchetto Amg oltre a due terminali di scarico rigorosamente non collegati alla vettura per ragioni che sto per andare a raccontavi.

LA CLASSE A 250E SU STRADA

La grande novità di questa Mercedes Classe A MY 2020 si trova sotto al cofano. Arriva su strada il nuovo motore ibrido plug-in che abbina ad un 1.3 benzina a 4 cilindri da 163 CV un motore elettrico capace di erogare 102 CV di potenza. Il risultato è una powertrain da 218 CV collegata ad un cambio automatico a doppia frizione ad 8 rapporti. L’auto sfrutta inoltre una batteria da 15,6 kWh posizionata sotta la seconda fila di sedili. Il pianale modulare MFA2 ha infatti permesso agli ingegneri Mercedes di rimodulare la gestione degli spazi collocando la batteria nel retro dell’auto ragion per cui il tubo di scarico si trova ora al centro della vettura.

Alla guida la Classe A ibrida si rivela molto divertente tenendo conto dei 450 Nm di coppia che le permettono uno scatto nello 0-100 di 6,9 secondi. La velocità massima è di 235 km/h. Rispetto ad una Classe A “normale”, cioè alimentata dal solo motore termico, la versione ibrida non può far nulla per nascondere il peso extra legato alla batteria. Quest’ultima ci permette di percorrere tra i 50 ed i 60 km in modalità 100% elettrica ma porta in dote 200 kg per un totale a vuoto di 1.600 kg. Insomma non certo un peso piuma eppure il feedback, anche sulle strade di montagna, è molto diretto con sterzo e sospensioni che contengono al minimo il sovrasterzo.

La caratteristica della Mercedes A 250e è quella di viaggiare solo in elettrico fino all’esaurimento dell’energia contenuta nella batteria. Questo significa non consumare neanche una goccia di benzina nel classico percorso casa/lavoro/acquisti. Il dato migliore della sinergia tra motore è elettrico ed ibrido, a batteria completamente carica, è stato di circa 30 km/l mentre se si utilizza la vettura su tratte più lunghe l’attivazione del motore termico porta i consumi a circa 6 l/100km.

Ma come si ricarica la batteria? L’auto conta su di un avanzato sistema di frenata rigenerativa che le permette di sfruttare discese e decelerazioni per immagazzinare l’energia. Nei fatti, grazie agli ADAS presenti a bordo, è possibile guidare l’auto utilizzando il solo pedale dell’acceleratore. Mercedes-Benz fornisce due principali possibilità di ricarica; a casa con il sistema da 3 kW andremo ad impiegare circa 6 ore per una spesa di poco meno di euro, presso le colonnine di ricarica rapida 7 kW serviranno invece circa 2 ore.

GLI INTERNI

E’ stata proprio la Classe A ad introdurre nella famiglia Mercedes-Benz il nuovo design degli interni caratterizzato da un doppio schermo centrale disposto orizzontalmente. Consiglio che vi do è quello di acquistare la vettura nella configurazione opzionale con tachimetro digitale ed infotainment da 12 pollici, di serie dovrete accontentarvi di “soli” 7 pollici. Bello e funzionale il volate a tre razze che combina tasti fisici, cursori e selettori touch. Il risultato è una grande facilità di interazione con le tecnologie di bordo che può avvenire con l’imput digitale, il comando vocale “Ehy Mercedes” o il touchpad collocato nel tunnel centrale.

Accanto alle ultime funzioni del sistema avanzato MBUX, la Classe A 250e prevede delle schermate specifiche dedicate al versione ibrida plug-in attraverso le quali possiamo monitorare lo stato di ricarica della batteria e l’interazione in corso tra motore termico ed elettrico.

Tanti gli ADAS presenti a bordo, non mancano il cruise control adattivo, la frenata automatica d’emergenza e il lane keeping assist. Quest’ultimo però non mi ha convinto in quanto, attivando i freni dell’auto, potrebbe dare luogo a delle reazioni inattese e potenzialmente pericolose.

Il listino della Mercedes-Benz Classe A parte da circa 27.000 euro mentre per la 250e di questa prova si sale a circa 42.000 euro. Per questa versione Premium si parla di circa 44.000 euro cui vanno aggiunti i diversi optional presenti a bordo per un prezzo complessivo che raggiunge facilmente i 50.000 euro. Tra le dotazioni extra, solo per citarne alcune, è possibile aggiungere il sistema di apertura keyless delle portiere, i sedili regolabili elettronicamente, il tettuccio apribile, il sistema di telecamere a 360° e le luci ambiente.

Va detto che sono previsti diversi incentivi all’acquisto di vetture ibride, oltre a quelli statali sono disponibili una serie di promozioni presso la rete vendita ufficiale del costruttore tedesco.