De Tomaso espatria negli Usa per produrre la nuova P72

De Tomaso ha rivelato che trasferirà le sue attività principali negli Stati Uniti dove costruirà la splendida supercar P72.

In un comunicato stampa, la De Tomaso afferma che lo sviluppo della P72 è proseguito durante la pandemia e prevede di spostare la sua produzione principale, il design e le strutture aziendali negli Stati Uniti. L’azienda si sta confrontando con diversi stati americani quali potenziali sedi per le sue strutture e prevede di fare un annuncio formale nei prossimi sei mesi.

“Non arriviamo a questa decisione con leggerezza”, ha aggiunto l’azienda. “Spinti dal vuoto che abbiamo visto negli ultimi decenni, alimentati dalla nostra passione e da quella che consideriamo la nostra responsabilità, l’idea fa parte del nostro piano a lungo termine per un bel po’ di tempo. De Tomaso è sempre stato conosciuto come un marchio europeo e americano coraggioso e questo segna il prossimo capitolo del nostro storico percorso”.

La produzione della De Tomaso P72 dovrebbe iniziare negli Stati Uniti nel quarto trimestre del 2022.

La P72 è stata presentata a metà dello scorso anno e poiché l’azienda è di proprietà di Ideal Team Ventures, che controlla anche Apollo Automobili, la P72 condivide la sua monoscocca in fibra di carbonio con l’Apollo IE. Tuttavia, mentre l’IE è dotata di un motore V12 aspirato mentre la De Tomaso P72 ha un V8 da 5,0 litri sovralimentato di origine Ford che è stato sviluppato con Roush. L’azienda punta ad una potenza di oltre 700 CV con oltre 825 Nm di coppia in abbinamento a un cambio manuale a sei marce.

La produzione sarà limitata a 72 unità con prezzi a partire da 750.000 euro