HomeblogNikola VS Tesla, in causa per il Design del camion

Nikola VS Tesla, in causa per il Design del camion

L’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti ha respinto la richiesta di Tesla di invalidare la causa intentata da Nikola Motor. Ora la causa andrà avanti in attesa di sviluppi che potrebbero essere clamorosi.

Nel maggio 2018, Nikola ha citato in giudizio Tesla sostenendo che il design della Tesla Semi assomigliava molto al suo Nikola One. Il disegno del camion Tesla avrebbe copiato il parabrezza avvolgente, la forma della cabina e la posizione della porta di accesso che Nikola aveva brevettato.

Nikola sta cercando di ottenere 2 miliardi di dollari di danni da Tesla, affermando che le somiglianze del design hanno dirottato le vendite dal produttore di camion a idrogeno a Tesla.

Tesla ha presentato una richiesta alla Patent Trial and Appeal Board nel settembre 2019 per ottenere una revisione per invalidare il brevetto di Nikola.

Il fondatore e amministratore delegato di Nikola, Trevor Milton, in un tweet ha commentato: “Una causa da due miliardi di dollari che va avanti. Difenderemo la proprietà intellettuale della nostra azienda, contro chiunque sia”.

Da quando ha presentato il Nikola One al mondo nel 2016, il produttore di camion ha accumulato circa 14.000 ordini che rappresentano 10 miliardi di dollari di entrate future. A marzo ha annunciato una fusione da 3,3 miliardi di dollari con VectoIQ, una società quotata in borsa fondata dall’ex vicepresidente della General Motors Steve Girsky. Questa fusione prevedeva una raccolta di capitale di 525 milioni di dollari da investitori come Fidelity e l’hedge fund ValueAct Capital.

Nikola Motor ha ricevuto 4,1 milioni di dollari dai fondi PPP

Nikola Motor ha ricevuto 4,1 milioni di dollari dai fondi del coronavirus Paycheck Protection Program. L’azienda ha recentemente annunciato un accordo di fusione con VectoIQ, che ha valutato il produttore di camion a più di 3 miliardi di dollari. Tuttavia, la fusione deve ancora essere finalizzata. Su richiesta della CNBC, Nikola Motor ha inviato una dichiarazione in cui afferma che i fondi PPP agiranno come un fondo ponte di liquidità per trattenere circa 300 dipendenti durante la pandemia a seguito della chiusura della fusione.

“C’è una differenza tra una valutazione elevata e la disponibilità di cassa”, ha detto la società nel comunicato. “Nikola è una società in fase di lancio con molte spese e il burn rate è alto. Dal momento che i fondi PPP saranno utilizzati per mantenere il personale, stiamo preservando posti di lavoro altamente remunerativi”.

spot_img

ULTIMI POST