Home motorsport Formula E: cosa cambia con la Gen3

Formula E: cosa cambia con la Gen3

0
95
Formula E: cosa cambia con la Gen3

L’inizio dell’era ‘Gen3’ della Formula E significherà anche un nuovo inizio per gran parte della griglia. L’addio di Mercedes EQ e il possibile ingresso di McLaren in cambio è quasi la punta dell’iceberg dei movimenti all’interno del campionato.

Il ritorno di Abt apre nuove opzioni, così come l’arrivo della Maserati con Venturi come partner. Inoltre, è probabile che DS si muova per competere a fianco di Penske, mentre Techeetah potrebbe essere un verso libero dopo aver gareggiato con l’azienda francese per anni.

In questo scenario, ci sono quasi infinite possibilità per i piloti sulla griglia di Formula E. Tanto che solo tre posti hanno un proprietario e tutti sono nell’orbita Jaguar, come Mitch Evans e Sam Bird continuerà come piloti ufficiali del marchio britannico. Inoltre, Nick Cassidy è sotto contratto con Envision Racing, il nuovo ‘customer-team’ di Jaguar dalla prossima stagione. Il resto delle squadre non ha confermato la pertecipazione e le ultime informazioni indicano una vera rivoluzione.

La Formula E subirà una rivoluzione nella sua griglia della “Stagione Nove.
Diversi piloti sono pronti a cambiare la loro formazione con l’inizio dell’era “Gen3” in una “stagione sciocca” molto frenetica.
Secondo ‘The Race’, Stoffel Vandoorne farà parte del nuovo progetto DS e Penske. Il belga sarà partner di Jean-Eric Vergne, con il francese che ha un doppio programma di Formula E (DS) ed endurance (Peugeot) all’interno dell’orbita del gruppo Stellantis. Per parte sua, Vandoorne sarebbe concentrato sulla serie elettrica, ma con un sedile superiore dopo la partenza di Mercedes EQ. Nyck de Vries, d’altra parte, sembra destinato a concentrarsi sul WEC dopo aver vinto il titolo della ‘Stagione Sette’ con la Mercedes.

LA RIVOLUZIONE IN FORMULA E

L’arrivo di Stoffel Vandoorne alla DS mette António Félix Da Costa fuori dalla squadra e con un piede e mezzo in Porsche. L’azienda tedesca vuole rinnovare parzialmente il suo progetto e con la continuità più che possibile di Pascal Wehrlein, tutto indica che André Lotterer non continuerà nel progetto, forse prima di un possibile ritorno alla resistenza con il produttore di Stoccarda. Ovviamente, in questa equazione, Antonio Giovinazzi e Sérgio Sette Câmara, attuali piloti Penske, dovranno cercare un posto in un’altra struttura.

In questa danza dei piloti, ci sono ancora McLaren e Abt da includere nell’equazione. Nel caso della ditta Woking, tutto è sconosciuto, come molti come Abt, con la sfumatura che la squadra tedesca ha annunciato la sua presenza nella serie. Anche se il powertrain che la squadra utilizzerà è ancora sconosciuto, il fatto che si tratta di una ‘squadra cliente’ di uno dei produttori di offerta significa che ci sono molte opzioni a livello di driver se questo fornitore ha piloti sul suo libro paga.

Tuttavia, l’aspetto di Abt è stato rapidamente collegato a un possibile ritorno di Lucas Di Grassi alla squadra che lo ha reso campione. Il brasiliano gareggia a fianco di Edo Mortara a Venturi, quindi potrebbe avere due opzioni molto attraenti sul tavolo. Il primo è quello di rimanere con la squadra e guidare il progetto Maserati nel suo nuovo legame con Venturi Racing. Il secondo è quello di tornare a Abt come parte di un ambizioso progetto privato per sfidare le squadre ufficiali dei principali produttori.