HomeblogToyota scarica le Olimpiadi in Giappone

Toyota scarica le Olimpiadi in Giappone

Il piano media per la campagna pubblicitaria globale olimpica e paralimpica di Toyota è gestito dai singoli paesi e regioni. In Giappone, l’ufficio Toyota ha deciso di non trasmettere spot tv legati alle olimpiadi visto il clima di insofferenza nei confronti dei giochi. Negli Stati Uniti come in Europa, la campagna è già stata partita a livello nazionale e continuerà per tutta la durata dei giochi olimpici e paralimpici Tokyo 2020.

Toyota sta cercando di prendere le distanze dai sempre più impopolari giochi olimpici di Tokyo 2020 ed eviterà spot televisivi correlati in Giappone.
“Le Olimpiadi stanno diventando un evento che non ha guadagnato la comprensione del pubblico”, ha detto un portavoce di Toyota al quotidiano giapponese Yomiuri lunedì. Hanno aggiunto che il CEO Akio Toyoda e altri alti dirigenti non parteciperanno alle cerimonie di apertura dei giochi il 23 luglio.

IL GIAPPONE ODIA LE OLIMPIADI

L’azienda è uno dei maggiori sponsor dei Giochi olimpici di Tokyo. Insieme a un gruppo di altri colossi dell’industria giapponese ha speso più di 3 miliardi di dollari per sponsorizzare le Olimpiadi, con uno dei più grandi investimenti da parte delle imprese di una nazione ospitante mai registrato, secondo l’Hollywood Reporter.

Con l’incombere di un’altra ondata della pandemia i giochi sono diventati sempre più impopolari. Anche se gli organizzatori hanno promesso che avrebbero tenuto gli atleti e altri visitatori correlati Olimpiadi confinati in una bolla, ad oggi si contano oltre 25 casi idi positività al coronavirus.

Anche se Toyota stava progettando di eseguire una serie di annunci con gli atleti giapponesi che ha sponsorizzato, per ora evita di associare il proprio marchio alle Olimpiadi.

spot_img

ULTIMI POST