HomeblogToyota taglia la produzione di veicoli, Giappone al centro

Toyota taglia la produzione di veicoli, Giappone al centro

Nel 2020 mobilità globale è stata essenzialmente bloccata dal Covid-19. C’è stata una conseguente enorme flessione finanziaria anche per i giganti dell’industria automobilistica. Secondo i dati presentati da TradingPlatforms.com, Toyota ha prodotto il più basso numero di veicoli in quasi un decennio – 7.55M unità nell’anno fiscale che termina a marzo 2021.

Toyota Motor Corporation, o più semplicemente Toyota, è una casa automobilistica giapponese fondata nel 1937. A luglio 2014, Toyota era la più grande azienda giapponese quotata in borsa in base alla capitalizzazione di mercato, una posizione che detiene ancora. Toyota è stata anche elencata da Forbes come la 42a azienda più grande del mondo in base alla capitalizzazione di mercato.

Nel suo anno finanziario (FY) che termina a marzo 2021, Toyota ha prodotto “solo” 7,55 milioni di unità rispetto agli 8,82 milioni del 2020. Nel 2012 Toyota si era fermata a 7,44 milioni di veicoli.

TEMPI DURI PER L’AUTOMOTIVE

Toyota ha venduto più auto in Nord America, ma ha generato le maggiori entrate dal Giappone.
Il Nord America è il mercato più redditizio di Toyota, con 2,7 milioni di vendite. Nell’anno fiscale 2021, le vendite di veicoli in Nord America sono scese del 14,74% a “soli” 2,31 milioni. Il mercato asiatico di Toyota (escluso il Giappone) ha sperimentato un calo del 23,63% nell’anno fiscale 2021 a soli 1,22 milioni di veicoli venduti rispetto agli 1,6 milioni nell’anno fiscale 2020.

Le entrate di Toyota nel mondo sono state influenzate dalle diverse condizioni della pandemia. Il suo mercato nazionale, il Giappone, è stata la più grande fonte di entrate con quasi 15 T¥ pari a circa 150 milioni di euro.

ULTIMI POST