Epidemia di CoronaVirus in Cina, Ford e GM limitano gli spostamenti

Condividi

General Motors e Ford limiteranno i viaggi e rinunceranno alle tradizioni del Capodanno cinese, nel tentativo di proteggere i dipendenti dalla diffusione del micidiale coronavirus.

La malattia respiratoria causata da un nuovo ceppo del Coronavirus ha già ucciso almeno 28 persone e contagiate oltre 650. L’epicentro della diffusione è individuato nella città cinese di Wuhan e sono state prese misure straordinarie per fermarne la diffusione. In particolare, tutti i viaggi di da e per la città di oltre 11 milioni di persone sono stati bloccati.

In una dichiarazione inviata ad Auto News, mentre cresce la preoccupazione per la crisi, GM ha affermato che limiterebbe i viaggi da e verso la città in cui ha dipendenti impegnati in una joint venture.

“Abbiamo pubblicato un avviso di viaggio globale per Wuhan. Se qualcuno ha bisogno di andare lì, i viaggi devono essere necessari per il business e devono ottenere l’approvazione da parte della direzione”, ha affermato il costruttore.

Anche Ford sta tenendo d’occhio la crisi del coronavirus. Le operazioni cinesi di Ford hanno sede nelle città di Nanchino e Chongqing, rispettivamente a 650 km e 900 km da Wahun.

Numerose altre grandi aziende stanno anche facendo il possibile per proteggere i dipendenti dal coronavirus. Volkswagen, ad esempio, ha fornito ai dipendenti consigli su come evitare il virus, esortandoli a lavarsi accuratamente le mani. La produzione presso le fabbriche VW in Cina non ha subito modifiche.

Condividi