Cresce la Joint Venture di GM e Toyota per la Guida Autonoma

Arm Holdings, società britannica di chip controllata dalla giapponese Softbank Group Corp, si sta alleando con le case automobilistiche General Motors e Toyota. L0 scopo è creare sistemi di calcolo comuni per le auto a guida autonoma, uno sforzo che le aziende sperano possano accelerare lo sviluppo di tale tecnologia.

Arm fornisce la tecnologia di base per i processori presenti negli smartphone di oggi, e non produce specificamente chip. I suoi legami con l’industria automobilistica risalgono alla fine degli anni ’90, quando le case automobilistiche iniziarono ad aggiungere chip ai veicoli per funzioni come il controllo del motore e la diagnostica.

Martedì la società ha affermato di voler contribuire alla creazione del Consorzio di calcolo per i veicoli a guida autonoma, o AVCC, insieme ai due produttori di automobili e ai fornitori del settore quali Bosch, Denso Corp e Continental.

Con case automobilistiche e aziende tecnologiche che lavorano ai futuri veicoli a guida autonoma, gli analisti si aspettano che il numero di chip nelle automobili aumenti esponenzialmente. Va detto che gli attuali veicoli di prova utilizzati per sviluppare software a guida autonoma utilizzano lo stesso tipo di chip di grandi dimensioni presenti nei data center. In tutto il settore, le aziende produttrici di chip e le case automobilistiche concordano sul fatto che dimensioni e consumo energetico dei chip devono essere drasticamente ridotte per adattarsi alle auto per il grande pubblico, forse a un decimo o meno i livelli dei sistemi attuali.

L’AVCC sarà un gruppo indipendente finanziato dalle quote associative delle società che aderiscono.

Il primo compito del gruppo sarà quello di stabilire un’architettura informatica comune. Tale sforzo mira a rendere più semplice per le case automobilistiche la scrittura di software che funzionerà su chip di diversi fornitori, in modo simile a come il software basato su Windows di Microsoft Corp funziona su processori di Intel Corp o Advanced Micro Devices Inc.

“L’enorme quantità di innovazione tecnologica richiesta per alimentare veicoli a guida autonoma su vasta scala richiede collaborazione a livello di settore”, ha dichiarato in una nota Massimo Osella, presidente del consiglio di amministrazione del nuovo gruppo e responsabile dei laboratorio per la ricerca e lo sviluppo di GM.