Mercedes-Benz in crisi nera crollano profitti e vendite

La casa automobilistica Daimler ha tagliato le sue previsioni di profitto per la quarta volta in 13 mesi. Questo perché ha stanziato più denaro per aggiornare i Motori alle nuove norme sulle emissioni diesel e per i richiami di veicoli con gli airbag Takata.

Mercedes-Benz conferma le preoccupazioni per la gravità del un rallentamento edel settore auto dovuto anche alla guerra commerciale in corso tra Usa e Cina.

Ecco che i risultati del 2019 sarebbero “significativamente” inferiori rispetto allo scorso anno. Mercedes ha anche accusato una crescita inferiore al previsto in molti mercati importanti nonostante abbia speso molto per i nuovi modelli.

Secondo gli analisti, il deterioramento del flusso di cassa renderebbe difficile per Daimler continuare a pagare un dividendo elevato. Il dividendo di Daimler dovrebbe essere ridotto a circa 50 centesimi per azione, in calo dai 3,25 euro del 2018.

Le azioni Daimler sono scese del 4,5% al minimo da sei mesi e sono scambiate a 44,54 euro.

Le case automobilistiche tedesche, tra i leader mondiali nella tecnologia diesel, sono nel mirino di tribunali e autorità di regolamentazione. I livelli di inquinamento dei diesel Mercedes-Benz sono oggetto di indagine da parte dei pubblici ministeri a Stoccarda, in Germania, dove ha sede, oltre che dalla US Environmental Protection Agency (EPA) e dalla California Air Resources Board (CARB). Daimler ha dichiarato di aspettarsi multe per 1,6 miliardi di euro in relazione a “procedimenti giudiziari in corso e misure relative ai veicoli Mercedes-Benz Diesel in varie regioni”.