Homemotorsport24 ore di Le Mans: 30 anni dalla vittoria di Mazda 787B

24 ore di Le Mans: 30 anni dalla vittoria di Mazda 787B

Il 23 giugno 2021 ricorre il 30° anniversario della vittoria di Mazda alla 24 ore di Le Mans. Era il 1991 e per commemorare quell’importante risultato motoristico, la casa automobilistica ha lanciato un sito web speciale che guarda indietro al suo successo alla Le Mans.

Mazda attualmente ha rinunciati alle corse ma c’è stato un tempo in cui era in competizione con alcuni dei nomi più famosi del motorsport. Nel 1970, ha fornito un motore 10A factory-spec a una squadra privata belga che ha corso a Le Mans e nel 1984, ha ottenuto la sua prima vittoria di classe con la Lola T660 che era guidata da John O’Steen, John Morton e Yoshimi Katayama.

IMPRESA LEGGENDARIA

Ci sono voluti altri sette anni prima che Mazda si assicurasse una vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans. Ha iscritto tre auto in questa gara e le due famose 787B hanno finito rispettivamente al primo e al sesto posto, mentre una 787 è arrivata in ottava posizione. A pilotare l’auto vincitrice c’erano Johnny Herbert, Bertrand Gachot e Volker Weidler. Nel corso della gara, hanno completato 362 giri e hanno vinto con un distacco di più di due giri completi. Mazda divenne così il primo costruttore giapponese a vincere Le Mans, un record che avrebbe mantenuto per i successivi 27 anni fino alla vittoria di Toyota nel 2018.

La Mazda 787B è un’icona della storia delle corse di resistenza e venne equipaggiata con un motore R26B a quattro rotori. Questo motore sprigionava non meno di 690 CV a 9.000 giri/min e produceva un ruggito che poteva essere eguagliato solo dalle auto di Formula 1 delle epoche V12 o V10.

Vale la pena controllare il sito web dedicato al successo di Mazda. Esso dettaglia tutti i risultati dell’azienda a Le Mans, fornendo approfondimenti sulla 787B, il suo motore, i tre piloti e la famosa gara di resistenza.

spot_img

ULTIMI POST