HomeblogScandalo AirBag Takata, Honda conferma la 17esima Vittima

Scandalo AirBag Takata, Honda conferma la 17esima Vittima

Honda ha confermato la 17esima vittima legata allo scandalo degli Airbag Takata. In un incidente avvenuto lo scorso 20 agosto a boro di una Honda Civic del 2002 ha perso la vita un uomo di Mesa, Arizona.

Si tratta ovviamente dello stesso problema che ha portato al più grande richiamo automobilistico della storia degli Stati Uniti, ed è già stato legato a 15 morti a bordo di veicoli Honda, e a due su modelli Ford.

Ci sono stati oltre 290 feriti legati allo stesso problema, e almeno 26 morti in tutto il mondo. Il difetto riscontrato sugli airbag Takata può causare la rottura dei gonfiatori degli airbag, con frammenti di metallo che si vanno poi a disperdere all’interno dell’abitacolo.

Da dicembre 2011 Honda ha iniziato a richiamare i modelli della gamma Civic del 2002. I richiami hanno prima riguardato il gonfiatore frontale dell’airbag del guidatore, mentre quello del lato passeggero è stato richiamato nel 2014. La società ha inviato più di 15 avvisi di richiamo per posta in otto anni ai proprietari registrati, ma l’ultimo guidatore ucciso negli Stati Uniti sfortunatamente non lo era.

spot_img

ULTIMI POST