L’India dice addio agli storici Taxi, inquinano troppo

Per combattere l’inquinamento nel 2008 il governo di Mumbai aveva vietato la circolazione a tutti i taxi con più 25 anni. Nel 2013 la soglia è scesa a 20 anni. Da allora migliaia di taxi Premier Padmini, un’auto iconica che ha trasportato il popolo indiano per decenni, sono scomparsi dalle strade. Alla fine del 2019 circa 50 Padmini stavano ancora circolando e nel 2020 i sopravvissuti percorreranno per le loro ultime corse.

Le origini del Padmini risalgono agli anni ’60 quando la vettura era una Fiat 1100D, nota anche come Delight 1100. Il modello Fiat servì da base per quella che poi fu chiamata Premier Padmini in onore ad un famoso re indiano.

L’auto divenne estremamente popolare e le vendite quando divenne il taxi preferito in India. I funzionari stimano una popolazione di circa 60.000 Padmini all’apice del successo dell’auto. L’afflusso di auto moderne negli anni ’90 hanno condannato il taxi nero e giallo la cui produzione è terminata nel 2000. L’ultima corsa è fissata a giugno 2020.

Pin It on Pinterest