Nuova Fiat Panda 2024: ultime e Rendering

La nuova Fiat Panda è dietro l’angolo: ecco le ultime notizie in anteprima.
In occasione dell’incontro a Belgrado tra il Presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni e il Presidente serbo Aleksandar Vucic, abbiamo appreso che la futura Fiat Panda elettrica sarà effettivamente prodotta nello stabilimento Stellantis di Kragujevac, in Serbia.

La notizia, riportata da Reuters e confermata da Stellantis, conferma quanto si diceva già nel 2022, dopo la fine della produzione della Fiat 500L in Serbia. Sono stati investiti quasi 190 milioni di euro per ammodernare il sito produttivo, con l’obiettivo di ospitare la futura Panda, che si sta convertendo all’alimentazione elettrica. La city car italiana avrà molto in comune con la nuova Citroen C3 elettrica, in quanto la cugina debutterà sulla nuova base “Small Car” del Gruppo. Ciò che accomuna i due veicoli è il loro posizionamento come auto elettriche a basso costo, con prezzi inferiori a 25.000 euro.

La decisione di trasferire la produzione in Serbia non è stata accolta con favore. I sindacati italiani dell’automotive sono già preoccupati per le ripercussioni sui loro posti di lavoro, affermando che “si tratta di una decisione inaccettabile che contrasteremo con ogni mezzo, perché i lavoratori di Pomigliano non si toccano” (Federazione italiana metalmeccanici Fiom-Cgil). Va detto che l’Italia è molto legata alla piccola Panda, che fin dalla sua nascita nel 1980 è stata prodotta localmente (Mirafiori vicino a Torino, Desio in Lombardia e ora Pomigliano d’Arco, vicino a Napoli) ed è molto rappresentata sul mercato.

ADDIO PANDA MADE IN ITALY

Tuttavia, l’attuale Fiat Panda dovrebbe continuare a essere prodotta insieme alla nuova generazione, così come la Fiat 500 ibrida leggera viene ancora venduta insieme alla Fiat 500 e. Fiat ha già indicato che la produzione della Panda a combustione interna continuerà fino al 2026, ma la notizia non è ancora stata confermata. L’inasprimento delle norme europee (tra cui la GSR-II, che richiede un equipaggiamento di sicurezza aggiuntivo a partire dal luglio 2024) potrebbe mettere rapidamente fine alla carriera della city car.

Il gruppo Stellantis sembra quindi propenso a produrre i suoi piccoli veicoli nell’Europa dell’Est, dove la manodopera è potenzialmente più economica che in Italia. È il caso delle Citroen C3 elettrica Peugeot e-208 e della Fiat Panda in Slovacchia e Serbia, ma anche dei SUV di segmento B come la Fiat 600e e la Jeep Avenger prodotti a Tichy, in Polonia. I veicoli di fascia più alta del Gruppo saranno assemblati a Cassino, in Italia. Tra questi potrebbero esserci le future auto elettriche basate sulla piattaforma STLA Large, come i grandi SUV di Alfa Romeo e DS.