Home blog Lamborghini punta sui carburanti sintetici

Lamborghini punta sui carburanti sintetici

0
284

Come ogni casa automobilistica, la Lamborghini punta su un futuro elettrificato. Tuttavia, anche se ha promesso di introdurre presto supercar elettrificate, ciò non significa che abbia già rinunciato ai motori a combustione.

Parlando al quotidiano tedesco Welt am Sonntag, il capo della Lamborghini Stephan Winkelmann ha detto che l’azienda sta cercando il modo di mantenere in vita i motori termici dopo il 2030, quando un certo numero di case automobilistiche prevede di vendere solo auto elettriche.

“Dopo l’ibridazione, aspetteremo e vedremo se sarà possibile offrire veicoli con un motore a combustione oltre il 2030”, ha detto Winkelmann. “Una possibilità sarebbe quella di mantenere in vita i motori a combustione con i carburanti sintetici“.

IL FUTURO DEI MOTORI TERMICI

I carburanti sintetici sono al centro degli investimenti di Porsche, il compagno di scuderia di Lamborghini nel gruppo VW. Si dice che il carburante sintetico sia più verde di quello normale, anche se richiede un sacco di energia per produrlo, a meno che non sia tutta rinnovabile.

Gli studi hanno dimostrato che il carburante è verde solo in piccole quantità e gli esperti hanno, quindi, suggerito che dovrebbe essere riservato ai modelli che non possono diventare completamente elettrichi, come i camion e gli aerei. Con sport come la Formula 1 che investono nella tecnologia, però, i carburanti sintetici saranno associati a veicoli ad alte prestazioni.

“Ci aspettiamo che i nostri clienti accettino queste auto – se viene mantenuta la promessa che le prestazioni dei veicoli sono migliori di quelle della generazione precedente”, ha detto Winkelmann. “La combinazione con la trazione elettrica porterà più potenza ai nostri veicoli, insieme a un minori emissioni di CO2“.

Lamborghini introdurrà il suo primo ibrido nel 2024 e il suo primo veicolo completamente elettrico sarà presentato prima della fine del decennio. Winkelmann ha precedentemente dichiarato che sarà un 2+2 a quattro posti con design da crossover.