Home blog Crisi Hertz addio: ordina 100.000 Tesla Model 3

Crisi Hertz addio: ordina 100.000 Tesla Model 3

0
227

Con una mossa audace, Hertz ordina 100.000 Tesla Model 3 che arriveranno nella sua flotta entro la fine del 202.

L’investimento ha un costo totale dell’affare stimato in 4,2 miliardi di dollari. Dopo un 2020 piuttosto difficile, Hertz è uscita dalla bancarotta solo quattro mesi fa sotto una nuova proprietà ed è attualmente in procinto di diventare uno dei più grandi attori del noleggio di auto elettriche.

Grazie a quello che viene descritto come un “ordine iniziale” di 100.000 Tesla, Hertz avrà “la più grande flotta di noleggio auto elettriche in Nord America e una delle più grandi al mondo”. I clienti che noleggiano una Model 3 avranno accesso alla rete Tesla Supercharger, mentre Hertz ha in programma di aggiungere migliaia di caricatori alla sua rete globale.

Le prime Tesla Model 3 saranno disponibili per il noleggio dall’inizio di novembre di quest’anno. Il lancio inizierà dagli aeroporti e dalle sedi negli Stati Uniti, seguiti da alcune città selezionate in Europa. Hertz vuole offrire Tesla a noleggio in circa 65 mercati entro la fine del 2022 e in più di 100 mercati entro la fine del 2023. L’esperienza di noleggio includerà una guida digitale per i clienti che sceglieranno le auto elettriche e “un processo di prenotazione accelerato di noleggio EV” tramite l’applicazione mobile Hertz.

AUTO ELETTRICHE A NOLEGGIO

Mark Fields, il nuovo CEO di Hertz, ha detto in una dichiarazione: “I veicoli elettrici sono ora mainstream, e abbiamo appena iniziato a vedere l’aumento della domanda globale e l’interesse. La nuova Hertz sta per aprire la strada come azienda di mobilità, a partire dalla più grande flotta di noleggio EV in Nord America e un impegno a far crescere la nostra flotta di auto elettriche e a fornire la migliore esperienza di noleggio e di ricarica per i clienti leisure e business in tutto il mondo”.

Hertz ha introdotto le auto elettriche nella sua flotta a noleggio per la prima volta nel 2011. Grazie al nuovo accordo, i veicoli elettrici costituiscono più del 20% della flotta globale di Hertz, una quota che è destinata a crescere ulteriormente in futuro. L’azienda beneficerà dei minori costi di manutenzione e di gestione dei veicoli elettrici e del fatto che mantengono il loro valore meglio dei veicoli a motore termico.