HomeblogByton GmbH dichiara il fallimento in Germania

Byton GmbH dichiara il fallimento in Germania

La filiale tedesca della start-up elettrica cinese Byton è stata dichiarata insolvente da un tribunale tedesco.

Byton è una delle più note start-up elettriche emerse dalla Cina negli ultimi anni e aveva stabilito una filiale in Germania. Tuttavia, la società ha attraversato un periodo difficile e in aprile ha licenziato metà dei suoi dipendenti negli Stati Uniti. Secondo un portavoce di Byton GmbH in Germania, ai dipendenti della struttura di Ismaning, in Germania, non sono stati pagati i loro stipendi.

Inoltre, i media locali hanno riferito a gennaio che l’edificio di Byton GmbH a Ismaning è stato vuoto da mesi perché il contratto di locazione è terminato. L’ex manager di BMW Daniel Kirchert ha lasciato il suo posto di amministratore delegato e direttore generale di Byton GmbH nel luglio 2020 e la start-up cinese non è riuscita a sostituirlo, il che significa che nessuno era responsabile della filiale tedesca.

UN PROGETTO MAI PARTITO

Il 20 aprile il tribunale distrettuale di Monaco ha ordinato l’amministrazione provvisoria di Byton GmbH. L’avvocato di Monaco Michael Bauer agirà come amministratore provvisorio per gestire l’insolvenza.

Electrive sostiene che Kirchert aveva spinto per una possibile insolvenza di Byton GmbH già nel 2020, ma il management in Cina non era entusiasta dell’idea, e aveva per questo costretto Kirchert a lasciare la società.

Questa notizia arriva appena tre mesi dopo che è stato annunciato che Byton ha stretto una partnership con il produttore di iPhone Foxconn e la Nanjing Development Zone per portare l’M-Byte in produzione entro il primo trimestre del 2022.

spot_img

ULTIMI POST