Decine di migliaia di lavoratori della General Motors negli Stati Uniti sono in sciopero dopo che GM e il sindacato United Auto Workers non sono riusciti a raggiungere un nuovo accordo sulle retribuzioni.

La BBC riferisce che il precedente contratto quadriennale tra UAW e GM è scaduto questo fine settimana. Le due parti avevano intrattenuto negoziati su una serie di questioni tra cui salari, assistenza sanitaria, ripartizione degli utili e sicurezza del lavoro, ma non è stato possibile raggiungere un compromesso. Il sindacato sta anche chiedendo a GM di non chiudere gli impianti di assemblaggio di automobili in Ohio e Michigan.

Una dichiarazione rilasciata da GM ha rivelato che aveva offerto al sindacato dei lavoratori oltre 7 miliardi di dollari in nuovi investimenti, 5400 posti di lavoro in più e vari aumenti salariali e previdenziali.

“Abbiamo presentato una forte offerta che migliora i salari, i benefici e aumenta i posti di lavoro negli Stati Uniti in modi sostanziali ed è deludente che la leadership UAW abbia scelto di scioperare”, ha scritto GM in una nota. “Il nostro obiettivo rimane quello di costruire un futuro forte per i nostri dipendenti e la nostra attività “.

Nel 2007 precedente sciopero dei dipendenti GM negli Stati Uniti è durato due giorni e costato alla società 300 milioni di dollari.