Home anteprime Nuova Toyota C-HR 2023: Anteprima elettrica

Nuova Toyota C-HR 2023: Anteprima elettrica

0
387

Il design della seconda generazione di Toyota C-HR è stato completamente svelato dall’ufficio brevetti australiano. Il rinnovato crossover giapponese, il cui primo esemplare ha riscosso un successo strepitoso in mercati come quello europeo, sarà presentato ufficialmente nel corso del 2023, mentre il lancio commerciale è previsto poco dopo.

Nelle immagini del registro, si può notare che la sua estetica sarà praticamente identica a quella del prototipo elettrico Small SUV svelato alla fine dello scorso anno. Sebbene la versione trapelata corrisponda al modello ibrido, la nuova Toyota C-HR sarà disponibile anche come 100% elettrica.

Ciò sarà possibile grazie all’utilizzo della piattaforma multi-energy E3, un’evoluzione della TNGA-C che adotterà alcuni moduli della piattaforma elettrica e-TNGA (poiché gli stabilimenti Toyota in Europa sono adattati alla TNGA-B (Cechia, Francia) e alla TNGA-C (Regno Unito, Turchia), nessun modello prodotto nel vecchio continente utilizzerà la piattaforma e-TNGA).

Per questo motivo, la Toyota C-HR elettrica non sarà inclusa nella sottogamma bZ (beyond Zero), che sarà composta esclusivamente da auto elettriche sviluppate su architetture dedicate come la e-TNGA. Tuttavia, non è da escludere che, per differenziarsi dalla C-HR Hybrid, quella elettrica riceva il nome di C-HR bZ. Un’altra opzione potrebbe essere il C-HR EV, già utilizzato in Cina.

La nuova Toyota C-HR sarà presentato nel 2023

Per continuare la traiettoria di successo del suo predecessore, il nuovo Toyota C-HR darà una svolta al suo design già radicale. I fari stretti a forma di C si allungheranno fino a formare un vistoso muso di squalo, mentre il bordo della griglia, le minigonne laterali e l’intera sezione posteriore della vettura, a partire dal montante C, saranno verniciati in un colore diverso dal resto della carrozzeria.


DATI TECNICI

La superficie vetrata delle portiere posteriori continuerà a essere molto ridotta, mentre la notevole inclinazione del lunotto migliorerà l’aerodinamica dell’insieme. I piloti, molto sottili, “morderanno” la fiancata e convergeranno verso il centro del portellone, anche se non si uniranno come accade per altri modelli della concorrenza.

La nuova Toyota C-HR elettrica riprende probabilmente alcune soluzioni già viste nella bZ4X, compresi i pezzi meccanici (204 CV/trazione anteriore e 218 CV/trazione integrale, batteria da 71,4 kWh e sistema di ricarica a 150 kW in corrente continua…). Il pacchetto dovrebbe essere in grado di mantenere il 90% della sua capacità dopo 240.000 km o 10 anni di utilizzo.

All’interno della gamma Toyota, la C-HR si collocherà tra la Yaris Cross e la Corolla Cross. Come altri crossover compatti come la Citroën ë-C4 o la Renault Megane E-TECH Electric, il Toyota C-HR sarà un’alternativa per chi non vuole una tradizionale utilitaria (Corolla) o un SUV da usare (Corolla). Cross) all’interno del segmento C.