HomeblogVolkswagen ID.Buzz: via alla produzione ad Hannover

Volkswagen ID.Buzz: via alla produzione ad Hannover

Volkswagen avvia la produzione dell’ID.Buzz, il lancio commerciale è più vicino

Parte la produzione del Volkswagen ID.Buzz nello stabilimento di Hannover. Le prime unità della nuova monovolume elettrica e del furgone elettrico stanno già uscendo dalle catene di montaggio dello stabilimento del marchio ad Hannover. I primi modelli 100% elettrici della divisione veicoli commerciali arriveranno sul mercato a metà autunno.

Il primo Bulli elettrico sta già uscendo dalle catene di montaggio dello stabilimento Volkswagen Veicoli Commerciali di Hannover. Uno stabilimento ancora dedicato alla produzione di modelli a combustione, dove vengono costruiti il Transporter T6.1 e il nuovo Multivan, e che condivide gli impianti di produzione con l’ID. Buzz e ID. Buzz Cargo.

I due modelli 100% elettrici sono costruiti in una linea di montaggio separata dalle alternative a combustione, specificamente adattata alla piattaforma MEB che è incompatibile con le termiche, consentendo di mantenere un’elevata capacità produttiva giornaliera. La casa automobilistica tedesca non ha dichiarato questa cifra, ma indica la produzione di circa 15.000 unità per il resto dell’anno, tutte vendute in Europa, mentre dal prossimo anno prevede di produrre non meno di 130.000 unità all’anno per il Vecchio Continente.

IL NUOVO ID.BUZZ ELETTRICO

Gli interni della nuova Volkswagen ID.Buzz sono minimalisti e altamente funzionali.

I nuovi ID.Buzz e ID. Buzz Cargo, si sono già affermati come i due modelli principali dello stabilimento di Hannover, secondo Stavros Christidis, Presidente del Consiglio di fabbrica di VWN, la divisione veicoli commerciali di Volkswagen, due modelli che garantiscono il futuro di questa fabbrica, che alla fine diventerà uno dei siti convertiti per la produzione di auto elettriche.

Con un design molto moderno sia all’interno che all’esterno, tra pochi giorni la linea di produzione sarà a pieno regime per l’ID. Buzz con l’obiettivo di completare un lotto di unità sufficiente a coprire l’elevata domanda nei principali Paesi europei, dato che le divisioni nazionali del marchio di Wolfsburg sono già state avvisate che il lancio nei principali Paesi europei è previsto per ottobre. Per gli Stati Uniti bisognerà aspettare ancora qualche mese, perché dall’altra parte dell’Atlantico sarà venduta solo una variante a passo lungo, ancora in fase di progettazione.

I due modelli saranno disponibili con un motore elettrico posteriore da 150 kW, pari a 204 CV, e una batteria agli ioni di litio tra gli assi con una capacità netta di 77 kWh che offrirà un’autonomia massima di poco più di 400 chilometri con una singola carica.

ULTIMI POST