Nuova Lexus RZ: il SUV elettrico

Lexus RZ è il primo modello globale completamente elettrico del marchio premium. Abbiamo visto pezzi del SUV elettrico prima, e alcuni scatti completi con luci strane, ma questo è vero.


L’azienda dice che come il suo primo modello elettrico disponibile a livello globale, il nuovo RZ segna la transizione di Lexus in un “marchio centrato sul BEV”. Il SUV sfrutta una piattaforma specifica per modelli elettrici, la e-TNGA, che Lexus dice fornisce una distribuzione ottimale del peso attraverso un posizionamento ideale della batteria (71,4 kWh agli ioni di litio) e motori.

La Lexus RZ – che è legata alla Toyota bZ4X – è lunga 4.805 mm e larga 1.895 mm, con un passo di 2.850 mm. Rispetto all’attuale (prima generazione) Lexus NX il modello è 165 mm più lunga e 50 mm più larga. Il passo della RZ è significativamente più lungo di 190 mm rispetto a quello della NX. Se sembra bassa, lo è – nonostante il maggiore ingombro (a 1.635 mm) è solo 5 mm più alta della NX. Le ruote che vedete qui sono da 20 pollici.

LA TRAZIONE DIRECT4

La Lexus RZ che vedete qui è la 450e, ed è dotata di un nuovo sistema di trazione integrale chiamato DIRECT4.

La vettura utilizza l’accelerazione, la velocità in curva e le informazioni sull’angolo di sterzata per regolare automaticamente l’erogazione della coppia anteriore e posteriore e la forza frenante a tutte e quattro le ruote.

Il sistema utilizza un asse elettrico anteriore e posteriore, ciascuno dotato di un motore elettrico ad alta coppia (150 kW anteriore, 80 kW posteriore), transaxle e inverter in un’unità compatta. Poiché ogni motore è direttamente collegato alle ruote da un singolo albero di trasmissione, funziona senza ritardi. L’e-axle anteriore è confezionato con un layout corto anteriore-posteriore, mentre l’e-axle posteriore presenta un layout a basso profilo per il massimo spazio interno e di carico.

Da fermo e durante l’accelerazione in rettilineo, il sistema utilizza un rapporto di forza motrice anteriore-posteriore tra 60:40 e 40:60 per il minimo beccheggio del veicolo. Quando si gira il volante, la forza motrice è distribuita alle ruote anteriori tra il 50 e il 75% per una “risposta agile e un’eccellente sensazione di sterzata”. Quando si esce da una curva, la distribuzione della coppia alle ruote posteriori è aumentata tra il 50 e l’80% per la massima trazione mentre si controlla il passo del veicolo.

Il DIRECT4 è il principale attore responsabile della “Lexus Driving Signature”, che l’azienda descrive come “un’esperienza di guida unicamente Lexus che mira a ottenere una risposta prevedibile e lineare in base alle intenzioni del conducente”. Gli altri giocatori sono AHB-G (Active Hydraulic Booster-G, controlla indipendentemente l’efficienza della frenata rigenerativa anteriore e posteriore) e un sistema steer-by-wire, il primo di Lexus.

Parlando di sterzo, la RZ debutta un volante compatto simile a quello della Tesla Model S plaid. Lexus RZ promette un’autonomia prossima ai 400km.