La Francia punta su Nissan per rafforzare Renault

Il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire ha detto che la Francia è pronta a tagliare la propria partecipazione in Renault per consolidare la partnership della Renault con Nissan. L’indiscrezione arriva dell’Agence France Press (AFP).

Le Maire ha detto che Parigi, che ha una quota del 15% in Renault, potrebbe prendere in considerazione la possibilità di ridurre la propria partecipazione, se portasse ad un’alleanza “più solida” tra Renault e Nissan.

“Possiamo ridurre la partecipazione dello stato nel capitale di Renault, ma questo non è un problema affinché, alla fine del processo, abbiamo un settore automobilistico più solido e un’alleanza più solida tra i due grandi produttori di automobili, Nissan e Renault” ha detto ad AFP.

Le Maire aveva detto in precedenza che il governo francese era aperto ai legami che coinvolgevano la Renault e avrebbe preso in considerazione qualsiasi accordo di Renault con Fiat Chrysler che rispettasse l’alleanza della società francese con il suo partner giapponese Nissan.

Giovedì Fiat ha abbandonato l’offerta di fusione da 35 miliardi di dollari con Renault, incolpando la politica francese di aver affondato quello che sarebbe stato un accordo fondamentale per creare la terza casa automobilistica al mondo dietro a Toyota e alla tedesca Volkswagen.