Addio Silk-FAW: stop alla supercar Made in Italy

Silk-FAW annullaa fabbrica di supercar prevista in Italia. L’azienda, creata dalla società di ingegneria e progettazione Silk EV e dalla casa automobilistica cinese FAW, ha raggiunto un accordo con le autorità locali della regione Emilia-Romagna nel 2021 per costruire un impianto di produzione e un centro di ricerca per supercar elettriche ad alte prestazioni.

Silk-FAW ha recentemente inviato una lettera alle autorità emiliano-romagnole, informandole della sua intenzione di ritirarsi dall’accordo. Sebbene l’azienda non abbia risposto alle richieste di commento di Reuters, la Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto la decisione di Silk-FAW nel documento.
È noto che i pubblici ministeri italiani stavano indagando su Silk-FAW e che proprio la settimana scorsa la polizia tributaria ha visitato i funzionari di un’agenzia di appalti italiana, Invitalia. Quest’ultima era in possesso di documenti relativi a una richiesta di finanziamento pubblico da parte di Silk-FAW per 38 milioni di euro (40 milioni di dollari) per la costruzione del suo stabilimento italiano.

FUTURO NERO

Il futuro del sito produttivo previsto è in discussione da tempo. Nel luglio dello scorso anno, infatti, il responsabile dello sviluppo economico della Regione Emilia-Romagna, Vincenzo Colla, ha dichiarato alla Reuters che l’amministrazione era “preoccupata”, notando che i “flussi finanziari” di Silk-FAW non erano all’altezza delle necessità di creare un tale sito.
Silk-FAW ha risposto rapidamente a queste preoccupazioni, rivelando che stava andando avanti con i suoi piani. L’azienda aveva intenzione di finalizzare l’acquisto di un’area di terreno per la fabbrica il 5 agosto 2022, ma Reuters nota che l’acquisto del terreno non è mai stato effettuato.
Non è chiaro se l’abbandono dei piani italiani da parte dell’azienda avrà un impatto sui piani di costruzione di veicoli in Cina con il marchio Hongqi. Il primo modello di produzione previsto dall’azienda è la Hongqi H9, con un motore V8 che lavora insieme a tre motori elettrici per erogare una potenza combinata di 1.400 CV.