Bosch e Mercedes festeggiano i 25 anni dell'ESP

Bosch e Mercedes festeggiano i 25 anni dell’ESP

Condividi

Venticinque anni fa, Bosch ha introdotto l’innovativo sistema di stabilità elettronica (ESP). Questa tecnologia è stata lanciata sulla Mercedes Classe S nel lontano 1995.

L’ESP è probabilmente una delle innovazioni più importanti in campo automotive, e l’82% di tutti i nuovi veicoli sono dotati di questo dispositivo. Nel 2017 la percentuale era ferma al 64%.

Il gigante tedesco dell’ingegneria stima che l’ESP abbia salvato più di 15.000 vite nell’Unione Europea negli ultimi 25 anni. Finora Bosch ha prodotto oltre 250 milioni di sistemi antislittamento.

Il sistema ESP funziona in tandem con l’impianto frenante antibloccaggio dell’auto e il sistema di controllo della trazione, e rileva i movimenti di sbandamento del veicolo e li contrasta attivamente.

Più specificamente, l’ESP utilizza la dinamica dell’auto per determinare se il veicolo va nella stessa direzione tracciata dallo sterzo. Se ci sono discrepanze tra questi due fattori interviene. Bosch dice che la spiegazione può sembrare semplice, ma in realtà il processo è complesso.

L’ESP utilizza “sensori intelligenti” per confrontare l’angolo di sterzata e la traiettoria del veicolo 25 volte al secondo. Quando le cose non quadrano, l’ESP riduce automaticamente la coppia del motore e applica la forza frenante alle singole ruote. Questo aiuta a ripristinare la stabilità del veicolo evitando uscite di strada ed impatti.

Harald Kroeger, membro del consiglio di amministrazione di Bosch, ha dichiarato: “L’ESP ha portato la sicurezza stradale ad un nuovo livello” e l’azienda offre anche sistemi ESP personalizzati per tutti i tipi di propulsione e per veicoli di ogni tipo, comprese le due ruote – nel 2013 ha lanciato il sistema di controllo della stabilità della moto (MSC)“.

Mentre il settore si muove verso la guida autonoma, Bosch ha ribadito che l’ESP è la tecnologia fondamentale per molti sistemi di assistenza alla guida. “Che siano nuove o collaudate, le tecnologie Bosch avvisano e supportano i conducenti in situazioni critiche. Questo ci offre l’opportunità di ridurre ulteriormente il numero di incidenti e di morti sulla strada”, ha concluso Kroeger.

Condividi