HomeblogTesla anticipa Model Y e Cybertruck e rinvia la Roadster

Tesla anticipa Model Y e Cybertruck e rinvia la Roadster

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha detto che la nuova Tesla Roadster arriverà dopo il SUV Modello Y e il Cybertruck.

In una intervista riportata da Reuters è stato chiesto a Musk quali erano i piani sul futuro della Roadster. Musk ha risposto che non poteva fornire una data esatta per l’uscita della sportiva, ma ha detto che altri progetti, come il SUV Model Y e la costruzione di una Gigafactory a Berlino, in Germania, sono le attuali priorità.

“Roadster è un po’ come il dessert. Dobbiamo prendere la carne, le patate, le verdure e tutto il resto”, ha detto Musk, aggiungendo che la Tesla dovrebbe anche presentare il Cybertruck prima di lavorare sull’auto sportiva.

Ricapitolando, la Tesla Roadster di seconda generazione è stata annunciata nel novembre 2017. Musk ha detto in passato che le vendite della Roadster sarebbero iniziate dopo l’uscita del restyling della berlina Model S, che era atteso per la fine del 2020.

Le performance della prossima Tesla Roadster sono piuttosto sorprendenti. Alimentata da una batteria da 200 kWh, l’auto sportiva quattro posti a trazione integrale a quattro ruote motrici dovrebbe raggiungere da ferma i 100 km/h in soli 1,9 secondi, mentre impiega 4,2 s da 0 a 160 km/h. La velocità massima sarebbe di oltre 402 km/h.

Tesla Roadster sarebbe capace di percorrere oltre 1.000 km con una ricarica completa. Naturalmente, Tesla non ha ancora dimostrato questa scheda tecnica corrisponda alla realtà.

TESLA FERMA LA PRODUZIONE IN CINA

Tesla ha recentemente sospeso la produzione nella sua Gigafactory di Shanghai, Cina.

La casa automobilistica ha riferito di aver informato gli operai della fabbrica. Invece di tornare al lavoro mercoledì dopo i cinque giorni di pausa del Labor Day in Cina, gli operai resteranno fermi fino al 9 maggio. Questo significa che Tesla non sta attualmente costruendo veicoli, dato che il suo stabilimento di assemblaggio a Fremont è bloccato dal 23 marzo a causa delle chiusure introdotte in California per rallentare la diffusione del coronavirus.

Il motivo della sospensione della produzione in Cina non è confermato, ma il sito tecnologico cinese “36kr” sostiene che il blocco sia dovuto alla carenza di componenti. Oltre a dover affrontare ritardi nella ricezione dei componenti per la Model 3, Tesla starebbe affrontando problemi tecnici sulla catena di montaggio.

spot_img

ULTIMI POST