Nuova Audi A3 2020, gli interni in plastica riciclata

Condividi

Quando si tratta di diventare green, le case automobilistiche non si limitano a sostituire la combustione interna in favore l’elettrificazione.

La nuova Audi A3 2020 ha scelto di puntare su design, tecnologia e ambiente. Ad oggi alcuni marchi hanno fatto ricorso all’utilizzo di materiali riciclati per rivestire i loro interni. BMW ha dato il via alla tendenza con l’i3 e Tesla ha seguito l’esempio. Ora, l’Audi A3 2020 avrà sedili ricavati da bottiglie d’acqua.

Nei modelli Audi A3 con sedili in tessuto, il materiale utilizzato per rivestire la parte interna del sedile sarà PET riciclato (polietilene tereftalato), proveniente da bottiglie d’acqua in plastica. Il processo, in poche parole, richiede la fusione di bottiglie di plastica e quindi essenzialmente la riduzione della plastica in fili sottili che formano il tessuto del sedile. Questo processo crea un tessuto molto più rispettoso dell’ambiente.

Questo materiale plastico riciclato non verrà utilizzato solo sui sedili. La nuova Audi A3 avrà tappetini, bagagliaio e alcuni rivestimenti ottenuti dalla plastica riciclata.

In totale, circa 100 bottiglie d’acqua saranno utilizzate per l’abitacolo di ciascuna A3 . Intendiamoci, solo tre diversi design di interni otterranno tali materiali, visto che saranno ancora disponibili interni premium in pelle. Ci saranno anche diverse combinazioni di colori, come “Torsion” grigio chiaro con cuciture gialle e uno schema S-Line con una combinazione di colori nero / argento e cuciture grigie.

Quindi, al di fuori dei modelli e-tron, l’Audi A3 2020 sarà il veicolo più sostenibile del marchio e sembra che sempre più Audi seguiranno il suo esempio.

Condividi