fbpx

Le Auto classiche convertite in elettriche non hanno Valore

Una delle più grandi organizzazioni che rappresentano i proprietari e gli appassionati di auto d’epoca ha detto la sua sulle classiche convertite in elettriche. La FIVA ha fermamente condannato la pratica di convertire un veicolo vintage con motore a pistoni all’elettrico. I mezzi classici elettrificati non si qualificano più come veicoli storici.

La Fédération Internationale des Véhicules Anciens (FIVA), rappresenta circa 2 milioni di appassionati in 65 paesi, ha spiegato che le conversioni elettriche vanno contro il suo obiettivo di preservare i veicoli storici. L’odore, il suono e il comportamento alla guida fanno parte dell’esperienza di guida di un’auto classica. Mettere il motore di una Tesla Model 3 in un vecchio Maggiolino potrebbe renderlo più veloce di una GTI moderna e quasi esente da manutenzione, ma non è quello che dovrebbe essere una Volkswagen raffreddata ad aria.

AUTO CLASSICHE E INQUINAMENTO

L’organizzazione contesta l’argomentazione secondo cui una classica convertita all’elettricità riduce significativamente l’inquinamento atmosferico. Secondo la FIVA il proprietario medio di un’auto classica percorre meno di 1.000km all’anno. Ciò ha inevitabilmente un impatto sull’ambiente, ma anche la produzione e la spedizione di un pacco batteria agli ioni di litio lo ha.

“Non è, a nostro avviso, la forma o lo stile della carrozzeria di un veicolo che lo rende storico, ma il modo in cui l’intero veicolo è stato costruito e fabbricato nella sua forma originale”, ha riassunto Tiddo Bresters, vice presidente di FIVA di legislazione.

Le conversioni elettriche classiche stanno prendendo piede in tutto il mondo. Jaguar ha svelato l’E-Type Zero a batteria nel 2017 e ha sottolineato che il gruppo propulsore si adatta ad altre Jaguar vintage, come la XJ.

Icon, con sede in California, ha costruito diversi veicoli elettrici, tra cui uno basato su un Mercury del 1949, e Volkswagen ha collaborato con la società tedesca eClassics per creare Magggiolini classici che funzionano a zero emissioni. L’elenco delle aziende specializzate cresce ogni anno, soprattutto in Europa.