BMW ritiene fondamentale che l’infrastruttura di ricarica dei veicoli elettrici. Senza le colonnine le vendite dei veicoli elettrici non decollano davvero.

Parlando all’Innovation Origins, il direttore della ricerca di BMW, Stephan Neugebauer, ha affermato che l’Unione europea deve investire di più nelle infrastrutture di ricarica in tutto il vecchio Continente.

“Nessuno acquisterà un’auto elettrica se non è possibile caricarla vicino al luogo di lavoro o a casa. È così semplice “, ha detto. “Ecco perché dobbiamo continuare la nostra partnership con l’Unione Europea. Solo che non dobbiamo più concentrarci esclusivamente sullo sviluppo effettivo dell’auto stessa, come è avvenuto principalmente negli ultimi anni. Dobbiamo concentrarci sulla cooperazione con altri, come le compagnie energetiche e i comuni.”

Neugebauer ritiene inoltre che sia necessario fare di più per aumentare il numero di stazioni di ricarica rapida per garantire che ricaricare un veicolo elettrico sia facile quanto ricaricare un telefono cellulare: “Devi solo essere in grado di guidare da qualche parte e inserire la spina una presa per ricaricare un’auto. Questa è la mia visione per il futuro”.

La crescente infrastruttura di ricarica non richiede solo il lavoro dei produttori di automobili con i governi, ma anche con varie altre organizzazioni delle parti interessate, tra cui quelle che forniscono servizi digitali e società energetiche. Neugebauer afferma che l’Unione europea dovrebbe sostenere tali sforzi nell’ambito del suo programma di ricerca e innovazione da 100 miliardi di euro soprannominato “Orizzonte Europa”.