Gli Usa puntano sulle colonnine di ricarica da 350kW per le auto elettriche

Electrify America ha compiuto enormi progressi nell’ultimo anno e ha installato il suo primo EVcharger ultraveloce nel maggio 2018. La rete di ricarica nata dall’accordo tra Volkswagen e l’EPA sulla scia dello scandalo Dieselgate promette dveicolii lanciare negli Usa la ricarica rapida per i veicoli elettrici. La potenza arriva fino a 350 kW ed è sufficiente a caricare 30km di autonomia al minuto. Oggi, Electrify America ha annunciato il lancio della sua app mobile per la propria rete, nonché delle opzioni di abbonamento per gli utenti.

L’azienda prevede di spendere 2 miliardi di dollari per la sua campagna di costruzione nel corso di 10 anni. Entro il 2019 ben 484 siti di ricarica saranno ultimati in 42 stati Usa per un totale di oltre 2.000 prese elettriche.

Attualmenre stanno installando caricabatterie da 50, 150 e 350 kW. La nuova Porsche Taycan sarà la prima EV in grado di sfruttare appieno i caricabatterie da 350 kW. Si tratterà delle prime colonnine di ricarica a usare cavi di ricarica con raffreddamento a liquido. Il liquido refrigerante non conduttivo, che è a diretto contatto con il cablaggio in rame all’interno dei cavi, consente di gestire la corrente ad altissima tensione senza rischiare di fondere i cavi.

Electrify America sta acquistando i caricabatterie da 350 kW di quattro fornitori (Signet, ABB, BTCPower e Efacec, se vi stavate chiedendo), sebbene sembrino tutti simili, funzionino allo stesso modo e abbiano la stessa interfaccia touch con schermo da 15 pollici.