Auto Connessa, gli Hacker possono prendere il controllo con un click

Numerose forme di sistemi di trasporto, tra cui automobili, camion, treni e aerei, impiegano una rete di dispositivi connessi in rete. Ad esempio un’automobile ha sistemi compelssi che gestiscono l’iniezione di carburante, il servosterzo, la trasmissione, i freni e così via. Di conseguenza i veicoli si trasformano in una rete di dispositivi, che li espone a minacce esterne da parte di malintenzionati.

Ci sono state diverse dimostrazioni in cui i dispositivi integrati nei veicoli stradali sono stati compromessi da attacchi hacker. Queste minacce si sono spesso infiltrate nelle reti di bordo del veicolo utilizzando tecnologie wireless, come dispositivi di monitoraggio della pressione dei pneumatici o Bluetooth.

In uno degli attacchi più noti, i ricercatori hanno hackerato in modalità wireless una Jeep Cherokee attraverso il suo sistema di connettività all’interno del veicolo. A chilometri di distanza, i ricercatori sono stati in grado di spegnere il motore, usare e persino disabilitare i freni.

Come risultato di questi problemi di sicurezza delle auto connesse, le principali sfide attualmente affrontate dalla comunità della tecnologia stanno identificando strategie per ridurre l’impatto di una minaccia che ha accesso alla rete di bordo del veicolo.

I ricercatori hanno esaminato tecniche crittografiche leggere per proteggere i dati trasferiti sulla rete interna del veicolo. Per quanto riguarda l’identificazione delle minacce già esistenti sulla rete, vengono utilizzati approcci di elaborazione del segnale, apprendimento automatico e data science per aiutare a riconoscere comportamenti di rete potenzialmente corrispondenti a minacce esterne.

Sebbene ci sia ancora molto lavoro da fare, questi nuovi approcci alla crittografia leggera, all’elaborazione dei segnali, all’apprendimento automatico e alla scienza dei dati stanno dando risultati potenzialmente significativi che aiuteranno a proteggere i nostri veicoli dagli attacchi informatici.