Fca dice di no all’offerta di acquisto di Psa

Dopo che il gruppo PSA ha aveva lanciano dei choari segnali di avvicinamento a Fiat Chrysler Automobiles arriva la doccia fredda. La casa automobilistica italo-americana avrebbe respinto l’offerta dei francesi di Psa, come riferisce il Wall Street Journal, citando fonti a conoscenza della questione.

La famiglia Agnelli, che detiene una partecipazione di controllo nella società, avrebbe respinto ogni scambio di azioni PSA.

Eppure, il CEO della FCA Mike Manley aveva detto ai giornalisti al Salone di Ginevra che non si sarebbe opposto ad un accordo con altri brand volto a rendere la sua azienda più forte.

Nel frattempo, Richard Hilgert, senior equity analyst di Morningstar, ha fatto notare che dal punto di vista del volume, avrebbe senso per FCA e PSA combinare le forze, dato che produrrebbero circa 9 milioni di auto all’anno, dando loro il potere di competere con il Gruppo VW, Toyota e l’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

Una fusione potrebbe anche aiutare il marchio Peugeot a tornare a vendere le proprie auto in Nord America, ha aggiunto Hilgert.

Inline
Per favore inserisci lo shortcode del plugin "easy facebook like box" da impostazioni > Easy Fcebook Likebox
Inline
Per favore inserisci lo shortcode del plugin "easy facebook like box" da impostazioni > Easy Fcebook Likebox