CUPRA e-Racer mostro elettrico da pista debutta all’E-Prix di Roma

Assistere alla nascita di un nuovo brand è qualcosa di assai raro figuriamoci nel settore automotive. CUPRA promette di essere la casa degli appassionati dei motori (elettrici e non). In occasione dell’E-Prix di Roma ha fatto il suo debutto di fronte al pubblico accorso nella Capitale la e-Racer. Si tratta di un progetto molto ambizioso; costruire la prima supercar elettrica da pista. Il risultato lascia a bocca aperta. Svelata per la prima volta lo scorso marzo al Salone dell’auto di Ginevra non è passata inosservata neanche a Roma. Frontale basso con ampia calandra ed elementi in carbonio, cofano con ampie prese d’aria, fiancata con deflettori in carbonio e retrotreno in cui spicca l’imponente alettone. All’interno dell’abitacolo è presente uno schermo a colori in funzione di tachimetro che, collocato in posizione rialzata, permette al conducente di non distogliere lo sguardo dalla pista. Si nota subito l’assenza degli specchietti esterni sostituiti da alette che integrano delle videocamere. Questa scelta, oltre a rafforzare la già definita identità dell’auto, le permette di ridurre l’attrito aereodinamico a tutto vantaggio del tempo sul giro.

La CUPRA e-Racer mette in luce tutte le peculiarità di un propulsore elettrico. I cavalli sono 408 ma a pieno regime può raggiungere i 680 e l’accellerazione 0-100km/h è coperta in soli 3,2 secondi. Numeri che fanno davvero riflettere su quanto un’auto elettrica possa offrire in termini di prestazioni. Indubbiamente l’assenza del canonico rombo potrebbe lasciare interdetti ma la potenza sprigionata in accelerazione non lascia alcun dubbio; siamo di fronte ad una sportiva vera. Le batterie sono integrate nel pianale favorendo l’ancoramento dell’auto all’asfalto. Insomma ci sono tutti i numeri per divertirsi in pista ma da oggi sarà possibile farlo con un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente. Come sappiamo, infatti, il motore termico ha una bassa resa si parla di circa il 25%. Situazione completamente diversa per le auto a motore elettrico. Quest’ultimo, oltre a consentire prestazioni paurose in termini di accelerazione e coppia, è estremamente efficente e silenzioso. La minore complessità ne garantisce inoltre durabilità e minori costi di esercizio.

La vetrina romana della Formula E accompagnia il lancio in Italia del marchio CUPRA il cui listino promette di essere molto interessante. Accanto alla supercar e-Racer il line-up sarà composto da Leon, Ibiza e dal suv Ateca. Non mancano però i progetti per il futuro e questo, a quanto trapela sarà elettrico con una sostenibilità ambientale che non vorrà togliere nulla al piacere di guida. Insomma la e-Racer non è un progetto utopico ma una vettura pienamente funzionante e manifesto del futuro di CUPRA. “Questa è l’anteprima di ciò che SEAT, in particolar modo attraverso il nuovo marchio sportivo CUPRA, ha in serbo per la mobilità del domani”, dichiara Pierantonio Vianello, Direttore SEAT Italia. “Con la CUPRA e-Racer saremo in grado di stabilire un nuovo modo di correre in pista, portando al debutto una turismo racing completamente elettrica nel mondo delle competizioni. E il risvolto ancor più interessante è che tutte le tecnologie all’avanguardia che stiamo sviluppando con CUPRA non si limitano alla pista, ma ricadranno sulla nostra gamma stradale, a beneficio dei Clienti”.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram did not return a 200.